Privacy Policy politicamentecorretto.com - Si può fare!

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Si può fare!

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima di tutto l'economia è avere cura di sè, degli altri, del mondo

Festival delle economie e delle relazioni solidali

 

Fiera-Mercato - II edizione

30 settembre – 1 ottobre 2017

 

Villa dei leoni, Riviera Silvio Trentin, Mira (Ve)

 

 

È stata presentata questa mattina alle 11, a Villa dei leoni, a Mira, Si può fare! la fiera-mercato in programma per sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017. Alla conferenza stampa hanno preso parte:

Aeres Venezia per l'altraeconomia e Associazione Botteghe del mondo - Massimo Renno

Distretto Economia solidale - Giorgio Voltolina

Aiab Veneto – Giovanna Furlan

Tavolo nazionale Reti di economia solidale, Alberta Cardinali

Federazione nazionale artisti di strada – Roberto Cargnelli

Ina Praetorius - docente di etica teologica all'università di Friburgo

 

Una grande fiera-mercato, un caffè letterario, uno spazio teatrale, un laboratorio del riciclo e del recupero. Sarà tutto questo, e molto altro ancora, “Si può fare!”, il Festival delle Economie e delle Relazioni Solidali in programma sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017 a Villa dei leoni, in Riviera Silvio Trentin a Mira.

500 mq di esposizione di prodotti e progetti dell’economia solidale e del commercio equo e solidale, del biologico, del sociale, 20 categorie merceologiche e 3000 prodotti presentati, oltre 50 tra conferenze, workshop e mostre, eventi e spettacoli.

 

L’evento è promosso da: AEres-Venezia (Altra Economia, rete di economia solidale), AIAB Veneto onlus (Associazione Italiana di Agricoltura Biologica), Associazione Botteghe del Mondo e dal Comune di Mira con la collaborazione del Distretto di Economia Solidale della Riviera del Brenta.

Due giorni di incontri, dibattiti e tante altre iniziative legate a temi come terra e alimentazione, energia e ambiente, mobilità e territorio, consumi e riuso, lavoro ed economia. Interverranno esperti del settore, giornalisti di livello nazionale e artisti.

 

“Il festival Si puo’ Fare – INES 2017” sottolinea Massimo Renno, presidente AERES Venezia e ASSOBDM, “non è solo un’occasione di festa e di incontro ma una proposta che assume come principi del proprio agire il benessere e i diritti delle persone, la funzione sociale, la difesa dei beni comuni e dell’ambiente. È un concetto profondamente politico perché non si riferisce solo alla scelta interiore dell’individuo di cambiamento e di giustizia ma richiama l’impegno comune per costruire una democrazia che non sia figlia dell’applauso.”

 

Il Festival è anche un’occasione di incontro tra agricoltori e consumatori. “La buona alleanza per la terra” ribadisce Stefano Bianchi di AIAB VENETO Onlus “è necessaria per avere un’agricoltura che produca cibi buoni, sani e rispettosi dell’ambiente. 

Vogliamo vivere il Festival dell’Economia e delle Relazioni Solidali per prendere parte alla rivoluzione del buon cibo sostenibile.

Lo stiamo sperimentando in tanti: senza ideologie e falsi miti del passato, con la convinzione che costruendo nuovi modelli l'economia dello sviluppo ingordo, incurante del vero benessere dei cittadini, diventerà ben presto obsoleta.”

 

Tra i vari appuntamenti: mercoledì 27 settembre alle ore 16.30 nell’ambito della Scuola associata ad Ines ’17 “Tessitrici e tessitori di relazioni di comunità” organizzata da RES Italia e Ass.ne Decrescita in rapporto con Si può fare, l’incontro con Ina Praetorius “Rimettere al centro la cura – un’economia a partire dalle relazioni nella comunità e nei territori”, insieme a Adriana Maestro e Salvatore Esposito (Mediterraneo Sociale) e Marco Deriu (Associazione per la Decrescita); venerdì 29 settembre alle ore 17.30: “Comunità che condividono: esperienze di cooperazione decentrata”, a cura di AICCRE (Associazione italiana per il Consiglio dei comuni e delle regioni d'Europa). L'incontro sarà un momento di condivisione delle esperienze di cooperazione decentrata per la costruzione di un dialogo tra enti locali e ong.

 

 

Si può fare! è un luogo di incontro tra associazioni, imprese, artigiani, agricoltori che lavorano pensando alla sostenibilità ambientale e al benessere sociale;

Si può fare! è una occasione per conoscere attività economiche all’avanguardia e virtuose, capaci di migliorare la qualità delle relazioni umane;

Si può fare! è un appuntamento per scambiare idee, progetti, semi di speranza in un futuro più solidale e in armonia con la natura;

Si può fare! si rivolge ed è aperto a quanti (cooperative, società, ditte individuali, lavoratori autonomi, gruppi d’acquisto e altre realtà economiche) stanno sperimentando nuove modalità di produzione, di scambi e, in generale, di comportamenti sociali fondati sulla cura dei beni comuni, la decrescita ecologica e l’equità a partire dall’agricoltura contadina, dal commercio equo e solidale, dalle energie rinnovabili, dalla mobilità dolce, dal consumo critico. L’ambito territoriale del festival riguarda prevalentemente il Veneto.

Si può fare! è un posto per stare bene, aperto a tutti, ad iniziare dalle bambine e dai bambini e alle loro famiglie, con incontri, spettacoli, musica e attività culturali e ricreative.

 

 

 

Maggiori informazioni:

www.sipuofaremira.it  - festivalsipuofaremira@gmail.com

Ufficio stampa: SuLLeali, Caterina Falomo – cell. 346 8513723 – caterina.falomo@sulleali.it

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)