Privacy Policy politicamentecorretto.com - G7 Agricoltura/Ass. Coscioni "il governo colga l'occasione per autorizzare la sperimentazione in campo aperto di piante geneticamente modificate"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

G7 Agricoltura/Ass. Coscioni "il governo colga l'occasione per autorizzare la sperimentazione in campo aperto di piante geneticamente modificate"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Da oggi online il nostro sito Genimigliori.it dedicato al genome editing vegetale  

Milano, 10 ottobre 2017 – In occasione del G7 dell'agricoltura, ospitato a Bergamo dal 14 al 15 ottobre, l'Associazione Luca Coscioni rilancia l'appello ai Ministri di Agricoltura, Ambiente e Salute affinché consentano la sperimentazione in campo di colture frutto di ricerche italiane con l'editing del genoma e promuove un confronto aperto sugli organismi geneticamente migliorati sulla base di verificabili evidenze scientifiche lanciando il sito GeniMigliori.it.

"Nell'annunciare la riunione" hanno detto Marco Cappato e Marco Perduca, dell'Associazione Luca Coscioni "il Ministro Martina ha dichiarato che il G7 sull'agricoltura sarà un 'confronto sulle azioni e sulle responsabilità da esercitare in campo agricolo e alimentare per produrre meglio sprecando meno e garantire livelli di sostenibilità sempre maggiori per il futuro dell'agricoltura globale'. Niente di più condivisibile ma anche niente di più sistematicamente boicottato. Il Ministro Martina continua a privilegiare dichiarazioni mediaticamente seducenti senza tradurle in scelte di governo, prova ne è il boicottaggio della sperimentazione in campo aperto delle ricerche di vari atenei italiani".

"Ci si dice che il G7 affronterà le crisi di settore dovute al 'mercato' quanto ai 'fenomeni naturali' - terremoti, e ai cambiamenti climatici per 'fornire strumenti concreti agli agricoltori e tutelare il loro reddito in tutto il mondo', peccato che in Italia, oltre a bloccare le sperimentazioni, si proibisce la coltivazione di OGM consentendone ipocritamente l'importazione.

Al nostro XIV Congresso abbiamo organizzato un dibattito sul diritto alla scienze e biotecnologie verdi che ha fatto il punto sulle normative, le politiche, le pratiche e le proibizioni sul tema tenendo di conto anche delle proposte e richieste di agricoltori e dell'industria" hanno concluso Cappato e Perduca "Auspichiamo che la riunione di Bergamo mantenga le promesse della vigilia. Per quanto ci riguarda invitiamo da subito ricercatori, scienziati, esperti, persone interessate oltre che associazioni ecologiste e di consumatori a visitare il sito GeniMigliori,it - lanciato grazie al sostegno non condizionato di EuropaBio - per discutere di OGM sulla base di dati e rivedere l'interpretazione italiana del 'principio di precauzione'.”

 

E' possibile sostenere le richieste al Governo dell'Associazione Luca Coscioni firmando la Carta del 24 gennaio per la libertà di ricerca attraverso la modificazione del genoma vegetale. 

 

ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI per la libertà di ricerca scientifica

L’Associazione Luca Coscioni promuove la libertà di ricerca scientifica e le libertà civili attraverso l'azione diretta dei cittadini. L'associazione nasce nel 2002 su iniziativa di Luca Coscioni, docente universitario malato di sclerosi laterale amiotrofica, che ottenne il sostegno di 100 Premi Nobel di tutto il mondo a favore della ricerca sulle cellule staminali embrionali. Dopo la scomparsa, nel 2006, di Luca Coscioni e dell'allora Co-Presidente Piergiorgio Welby, l’Associazione ha continuato a dare corpo alle speranze di chi si oppone alle leggi proibizioniste sulla scienza e sulla vita, ottenendo risultati importanti attraverso la mobilitazione nonviolenta e giudiziaria, in particolare al servizio di malati, ricercatori e persone con disabilità.

I principali obiettivi dell'ALC sono:

●          Libertà di ricerca scientifica

●          Legalizzazione dell'eutanasia e del testamento biologico

●          Diritti delle persone con disabilità ed eliminazione delle barriere architettoniche

●          Aggiornamento del nomenclatore tariffario e assistenza autogestita

●          Antiproibizionismo in tema di droghe e di terapie

●          Diritto alla salute riproduttiva e all'informazione sessuale

●          Fecondazione assistita e eliminazioni dei divieti della legge 40

 

L'Associazione Luca Coscioni è un'associazione no profit di promozione sociale e soggetto costituente del Partito Radicale

Sito web: http://www.associazionelucacoscioni.it/

Contatti stampa: Havas PR

Fabio Miceli

E: fabio.miceli@havaspr.com

T: 02 85457001 / M: 342 8083100

Sabrina Antonini

E: sabrina.antonini@havaspr.com

T: +39 02 8545708

 

 

Maurizio Cardone

Invia commento comment Commenti (0 inviato)