Privacy Policy politicamentecorretto.com - Via Lo Re “improvvisamente” chiusa al traffico e la circolazione veicolare cittadina va in tilt. Lo “Sportello dei Diritti”: adeguata e tempestiva comunicazione possono evitare questo tipo di disagi

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Via Lo Re “improvvisamente” chiusa al traffico e la circolazione veicolare cittadina va in tilt. Lo “Sportello dei Diritti”: adeguata e tempestiva comunicazione possono evitare questo tipo di disagi

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

In data odierna la circolazione veicolare del centro urbano di Lecce è andata completamente in tilt per l’”improvvisa” chiusura al traffico di viale Lo Re. A segnalarlo allo “Sportello dei Diritti” alcuni cittadini, tra cui il fotografo Gianfranco Calogiuri che, macchinetta alla mano, hanno evidenziato i disagi connessi proprio nell'ora di punta dell’ingresso nelle scuole e l’apertura degli uffici come dimostrano le fotografie allegate. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” sono circostanze che possono essere evitate attraverso un’adeguata e tempestiva comunicazione istituzionale da parte dell’amministrazione comunale e che ci auguriamo non accadano più, perché una città come Lecce che è il centro nevralgico di un’intera provincia non può permettersi la chiusura tout court delle arterie nevralgiche senza la previsione di percorsi alternativi o la preventiva segnalazione almeno un paio di giorni prima.

Lecce, 10 ottobre 2017                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

Invia commento comment Commenti (0 inviato)