Privacy Policy politicamentecorretto.com - MA QUALE AUTONOMIA O, PEGGIO, RICHIESTE DI STATUTO REGIONALE SPECIALE ! SI RICHIEDA INTELLIGENZA POLITICA ED ONESTA’ , SEMMAI CON CORRETTIVI ALLE REGIONI ORDINARIE DISAGIATE, TOGLIENDO I PRIVILEGI A CHI HA GIA’ LO STATUTO SPECIALE !

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

MA QUALE AUTONOMIA O, PEGGIO, RICHIESTE DI STATUTO REGIONALE SPECIALE ! SI RICHIEDA INTELLIGENZA POLITICA ED ONESTA’ , SEMMAI CON CORRETTIVI ALLE REGIONI ORDINARIE DISAGIATE, TOGLIENDO I PRIVILEGI A CHI HA GIA’ LO STATUTO SPECIALE !

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

Mi pare impossibile che un Paese meraviglioso come l’Italia sia così tanto deficitario di buon senso, di intelligenza politica e soprattutto di onestà intellettuale.  Ormai, ogni giorno, c’è qualcuno che si sveglia e, tanto per iniziare la giornata, se ne inventa una: “Oggi chiedo l’autonomia, oggi mi separo dal Veneto e trasferisco Sappada in Friuli Venezia-Giulia, oggi chiedo 12-15-18 competenze, oggi  chiedo lo statuto speciale ecc.ecc.”

Io penso, e lo dico da oltre un ventennio,  che questa non sia la strada giusta per far star meglio i cittadini, i quali, non sempre all’altezza di queste tematiche politiche, si lasciano infinocchiare in nome di una migliore realtà economico-finanziaria che, alla fin fine, invece li danneggia, per colpa dei nostri politici che sono considerati, in assoluto, i peggiori d’Europa, come è stato affermato anche l’altra sera in una trasmissione tv.  Fatte salve le debite eccezioni.

A mio avviso, l’Italia ha bisogno di ben altro !  In primis, di mandare a casa tutti i ciarlatani della politica italiana perché se  questi fossero davvero persone colte ed intelligenti ragionerebbero in altro modo, almeno sulla base di un minimo di cultura storica di cui essi sono certamente a digiuno. Ha ancora senso, per la Sicilia, rivendicare il pericolo degli indipendentisti della fine della seconda guerra mondiale, ha ancora senso rivendicare pretesi diritti dell’Austria per l’Alto Adige, ha ancora senso accettare che la Val d’Aosta, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, godano di privilegi, più o meno similari agli altri, che non hanno più senso al giorno d’oggi, essendo totalmente spartite le motivazioni che hanno dato luogo a questi privilegi ?

Per rimettere in sesto l’Italia è assolutamente necessario far si che gli Italiani siano tutti uguali, in ogni realtà regionale in modo da livellare un po’ gli assetti finanziari delle Regioni, se vuoi anche applicando dei giusti correttivi a favore  delle realtà disagiate.

Ma lo stesso Presidente della Repubblica non ha un po’ di…..   a  rappresentare Italiani di serie A ed Italiani di serie B ?

Da qui deve ripartire la politica italiana, anziché frammentare, dividere, squilibrare assetti istituzionali che, alla fin fine, finiscono per minare l’intero Paese, come sta ormai succedendo da troppo tempo, senza che i nostri politici vedano un centimetro più avanti del loro naso, spinti come sono solo da personali interessi che nulla hanno a che vedere con il singolo cittadino che viene utilizzato solo per mettere una crocetta sulla scheda elettorale.

Ma in Italia, di fronte a questi seri suggerimenti,   alla cecità politica fa da contraltare anche una sorta di grave ipoacusia, per la quale neanche i migliori negozi Amplifon possono  porre rimedio…

E fra qualche tempo saremo di conseguenza ancora qui a discutere sulle stesse cose.

Arnaldo De Porti, Feltre

Invia commento comment Commenti (0 inviato)