Privacy Policy politicamentecorretto.com - "Lo Specchio di Borges"

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

"Lo Specchio di Borges"

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

 

Sarà lo spettacolo teatrale "Lo Specchio di Borges",  a concludere ufficialmente la settima edizione di "Più libri Più liberi. La fiera della piccola e media editoria" organizzata a Roma dall’Associazione Italiana Editori (AIE), che si è svolta dal 5 all'8 dicembre al Palazzo dei Congressi dell'EUR di Roma.
Lo spettacolo, dello scrittore e autore teatrale, Massimiliano Finazzer Flory, scrittore e autore teatrale, nonché Assessore alla Cultura al Comune di Milano, verrà messo in scena al Tempio di Adriano.
"Lo Specchio di Borges è uno spettacolo al limite del mistero che incontra una musica che fa vibrare le nostre emozioni.Jorge Luis Borges e Astor Piazzolla insieme ci offrono dei termini-chiave per capire la nostra attuale esistenza: esilio, sogno e follia, ritmo della vita e, non di meno, della morte, in un labirinto di pensieri, di allucinazioni capaci di dire la verità".
E anche la scenografia interagisce con i temi emblematici dello spettacolo: lo specchio, l’immagine del tempo e dello spazio, e i libri, strumento stupefacente e metafora del bisogno di conoscenza dell’uomo.
Le musiche di Astor Piazzolla sono eseguite dal quintetto Neofonia Ensemble, diretto da Gianni Mola composto da fisarmonica, Pietro Bentivenga; violino, Arturo Sica; pianoforte, Gianni Mola; vibrafono, Raffaele Ceraudo; contrabbasso, Camillo Chianese conosciuto per i suoi arrangiamenti di tango sinfonico non soltanto in Italia.
Il regista e interprete definisce il lettore un eroe del nostro tempo: "Un eroe perduto, ma non perdente. Perché gli eroi inconsapevoli del nostro tempo sono coloro che credono ancora al potere dei libri".
Il progetto ha, infatti, al suo centro l’incontro tra letteratura e musica, mediate dalla filosofia. Si vuole offrire un evento dedicato ai libri, all’amore per i libri, alla passione per la parola, al tempo eroica ed erotica.
Uno spettacolo che è un grande omaggio all’emblema della letteratura del Novecento, Jorge Luis Borges, con le musiche di Astor Piazzolla, compositore di tango tra i più celebri, ad accompagnare un viaggio letterario dove parabole, poesie e brani musicali si intrecciano in 70 minuti di ricerca sul piacere di leggere.

 

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)