Privacy Policy politicamentecorretto.com - IFRS9, L’IMPATTO DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI SUI BILANCI

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

IFRS9, L’IMPATTO DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI SUI BILANCI

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

·       Atradius, l’assicurazione dei crediti commerciali la via più conveniente per uniformarsi ai nuovi principi contabili internazionali sulla svalutazione dei crediti in vigore da gennaio 2018

Roma, 2 gennaio 2018 - Se banche e istituti finanziari sono pronti a uniformare i loro bilanci ai nuovi principi contabili IFRS9, la maggior parte delle aziende non finanziarie potrebbe avere difficoltà a soddisfare i nuovi obblighi contabili introdotti dall’IASB che saranno applicati a partire da gennaio 2018: è quanto sottolinea Atradius, il gruppo internazionale fra i leader nell’assicurazione del credito, cauzioni e recupero crediti, che rileva come l’adozione del nuovo standard IFRS9 può rappresentare per le aziende che soggiacciono ai principi contrabili internazionali un aggravio dei costi per far fronte alla raccolta e alla gestione di informazioni aggiuntive previste dalle nuove norme in tema di svalutazione dei crediti.

Tra le novità più rilevanti dell’IFRS9, oltre alla nuova classificazione e misurazione degli strumenti finanziari e all’allineamento delle politiche di hedge accountingalle politiche di risk management, a pesare di più per le aziende è il nuovo modello di impairment (svalutazione del valore), che introduce una nuova modalità di misurare le perdite derivanti dal deterioramento delle attività finanziarie, compresi i crediti commerciali. Gli accantonamenti per svalutazione crediti non saranno più basati sulle perdite “osservate”, cioè sui dati storici, ma dovranno essere parametrati sulle perdite attese, con una valutazione di tipo prospettico, e ricomprendere anche i crediti non scaduti. Ciò potrebbe comportare per le aziende un incremento significativo dell’ammontare dei crediti su cui calcolare gli accantonamenti, oltre a un maggior impiego di risorse per la raccolta di informazioni e di analisi sui crediti e sull’affidabilità creditizia degli acquirenti.

“Uno dei principali benefici del ricorso all’assicurazione dei crediti commerciali con l’entrata in vigore dell’IFRS9 – spiega Massimo Mancini, Country Manager per l’Italia di Atradius - sarà il vantaggio, per le aziende assicurate, di ridurre sensibilmente gli accantonamenti per svalutazione su crediti postati in bilancio, non solo grazie al trasferimento alla compagnia di assicurazione di parte del rischio d’insolvenza dei crediti commerciali, ma anche grazie alla capacità di analisi e valutazione di rating debitori che la compagnia offre e che mette a disposizione dei propri clienti, direttamente usufruibili per la creazione dei modelli che ogni azienda dovrà validare in ossequio al nuovo IFRS9”.

 

Atradius

Atradius fornisce assicurazione del credito commerciale, cauzioni e servizi di recupero crediti a livello mondiale, con una presenza strategica in oltre 50 Paesi. Atradius ha accesso a informazioni commerciali su 240 milioni di imprese nel mondo. I prodotti offerti aiutano a proteggere le imprese nel mondo dai rischi di mancato pagamento da parte dei clienti, derivanti dalla vendita di beni e servizi a credito. Atradius è parte del Grupo Catalana Occidente (GCO.MC), azienda leader in Spagna tra le società di assicurazione e tra gli assicuratori del credito a livello mondiale.

 

 

 

------------------
Fausta Tagliarini
Sec and Partners srl
Via G. Gioachino Belli, 39
00193 Roma

Invia commento comment Commenti (0 inviato)