Privacy Policy politicamentecorretto.com - Sabato a Massafra presentazione e via ufficiale dell’Osservatorio Rifiuti Zero

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Sabato a Massafra presentazione e via ufficiale dell’Osservatorio Rifiuti Zero

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image
  
 
 
 
 
 
 

 
(Nino Bellinvia)
 
 
Presso il Teatro Comunale “Nicola Resta” di Massafra, avrà luogo sabato, 13 gennaio, la presentazione e il via ufficiale dell’Osservatorio Rifiuti Zero, fortemente voluto dall’amministrazione guidata dal sindaco Fabrizio Quarto, da associazioni e comitati che tutelano “Ambiente e Salute”.
Interverranno: il sindaco Fabrizio Quarto, il presidente del Consiglio Comunale Maurizio Baccaro, l’assessore all’Ambiente Tonia Di Gregorio, il consigliere incaricato al miglioramento della RD Savino Lattanzio e il presidente “Zero Waste Europe” Rossano Ercolini.
Il sindaco sottolinea come a quattro anni dall’approvazione in Consiglio Comunale della delibera n. 103/2013, con la quale la Città aderiva alla strategia verso Rifiuti Zero e con il riconoscimento ufficiale avvenuto ad aprile 2017, da parte di Rossano Ercolini, che dichiarava Massafra tra i 270 comuni verso Rifiuti Zero e dopo la delibera di Giunta Comunale n. 183 del 20/09/2017, con la quale si istituiva l’Osservatorio con il relativo Regolamento, si concretizza un importante progettoi partecipazione attiva al “Bene Comune”.
Amministratori, politici, imprenditori e rappresentanti dell’associazionismo – continua Quarto – si uniranno per realizzare la strategia “Rifiuti Zero”, che ha come obiettivo quello di guidare la corretta gestione del ciclo dei rifiuti secondo i seguenti principi: - riduzione degli sprechi nel ciclo produzione-consumi attraverso una politica rifiuti zero che tenda prioritariamente a valorizzare la pratica delle cinque “R” nella gestione dei rifiuti e cioè: riduzione, riparazione, riuso, riciclo, responsabilità; - protezione dell'ambiente e della salute; - rafforzamento della prevenzione primaria delle malattie attribuibili ai rischi indotti da inadeguate modalità di gestione dei rifiuti; - informazione e partecipazione dei cittadini alle decisioni istituzionali in materia di salute, ambiente e gestione dei rifiuti.
Il Regolamento prevede che l’Osservatorio saràcosì composto:sindaco (con funzioni di presidente); assessore alla Qualità dell’Ambiente; presidente Commissione consiliare Ambiente; un esperto dell’azienda che gestisce il servizio di raccolta RSU; un esperto dell’azienda che gestisce il servizio pubblico di smaltimento RSU; un esperto dell’A.R.O.(Ambito di Raccolta Ottimale); un membro per ogni associazione o comitato ambientalista che si occupa di tutela e salvaguardia dell’ambiente, attivi da almeno 3 anni sul territorio comunale e/o nazionale.
Le associazioni – evidenzia il sindaco Quarto - avranno il ruolo di convocare e coordinare gli incontri,con il compito di monitorare continuamente il percorso verso “Rifiuti Zero”, indicando le criticità e le possibili soluzioni, al fine di rendere il suddetto percorso verificabile, partecipato e costantemente in grado di aggiornarsi, anche alla luce dell'evolversi del quadro normativo di riferimento regionale, nazionale ed internazionale.
Nella foto il manifesto della presentazione e via ufficiale all’Osservatorio Rifiuti Zero.

Invia commento comment Commenti (0 inviato)