Privacy Policy politicamentecorretto.com - Teatro dell'operaSpeciale Festa del papà: Kylián, Inger, Forsythe

Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

Teatro dell'operaSpeciale Festa del papà: Kylián, Inger, Forsythe

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

Image

Speciale

Festa del papà

per il balletto del 18 e del 20 marzo

i papà potranno acquistare

due biglietti al costo di uno

 

Sono esclusi dalla promozione i posti di Balconata e Galleria 

 

Image

Kylián, Inger, Forsythe  

 

Da giovedì 15 marzo il sipario del Costanzi si alza su uno spettacolo senza precedenti: Kylián, Inger, Forsythe accosta tre coreografie mai andate in scena prima su questo palcoscenico: Petite Mort (1991) di Jiří Kylián, Walking Mad (2001) di Johan Inger e Artifact Suite (1984) di William Forsythe.

 

Petite Mort


Musica (su base registrata) Wolfgang Amadeus Mozart
Coreografia e Scene

Jiří Kylián

Walking Mad

 

Musiche (su base registrata)

Maurice Ravel, Arvo Pärt
Coreografia, Scene e Costumi Johan Inger

Artifact Suite


Musica (Su base registrata) Johann Sebastian Bach, Eva Crossman-Hecht
Coreografia, Scene, Costumi e Luci William Forsythe

Interpreti principali 

Alessandra Amato, Susanna Salvi, Claudio Cocino, Alessio Rezza 

Étoiles, Primi Ballerini, Solisti e Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma

 

Kylián  Petite Mort

Image

 

 Sei uomini e sei donne celebrano  la coppia e il suo ideale di bellezza che vuole i primi atletici e attraenti, le seconde delicate e forti. Le coppie maneggiano sei fioretti che sembrano essere dei veri e propri partner, ribelli e ostinati. I fioretti traducono il simbolismo insito nell’opera, più incisivo di una vera e propria trama. Aggressività, sensualità, energia, silenzio, voluta insensatezza e fragilità sono elementi che giocano in questa coreografia un ruolo rilevante.

Inger Walking Mad

 

Image

In un’intervista, Inger ricorda la prima volta che vide eseguire il Bolero di Maurice Ravel e rimase particolarmente colpito dal direttore d’orchestra Zubin Mehta e dal suo coinvolgimento emotivo e fisico. Inizia quindi a vedere alcune versioni danzate del Bolero, trovando che questi balletti si caratterizzino in maniera molto simile tra loro per l’erotismo e la sensualità. È così che inizia a delineare l’idea di mantenere questi elementi, traducendoli però in qualcosa di diverso, in una sorta di battaglia tra sessi. Walking Mad è un viaggio in cui ci si ritrova ad affrontare le proprie paure, i propri desideri più profondi, così come la leggerezza dell’essere

 

Forsythe Artifact Suite

Image

 

Forsythe, coreografo americano, tedesco d’adozione, espone qui le sue teorie sull’illusione della percezione, la decostruzione, la rottura degli equilibri e la proiezione dei corpi. Il soggetto del balletto è la danza classica stessa, la sua storia. Artifact è un balletto emblematico in cui già nel titolo, che significa “artefatto”, il coreografo annuncia l’intenzione di lavorare sui materiali dello spettacolo deviando costantemente dai risultati che ci si aspetta.  

 

 

 

Info e prenotazioni

Ufficio Promozione Pubblico
Direttore Nunzia Nigro
promozione.pubblico@operaroma.it
Tel 06 48160 312 - 533 - 528

Fax 06 4872112 

 

Abbiamo inserito il vostro indirizzo di posta elettronica nella nostra mailing list allo scopo di inviarvi le nostre comunicazioni informative. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta. Gli indirizzi ai quali mandiamo la comunicazione sono selezionati e verificati, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate. Potete perciò opporvi, ai sensi dell’art. 7 comma 4 del Dlgs. 196/2003, in tutto o in parte al trattamento di dati personali che vi riguardano, inviando un semplice messaggio all’indirizzo promozione.pubblico@operaroma.it

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)