Sezioni

Archivio

Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Bollettino

Iscriviti alla newsletter: (Settimanale)


  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this



Data ed ora di accesso alla pagina
-

  • email Invia un' e-mail ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Add to your del.icio.us del.icio.us
  • Digg this story Digg this

ALITALIA: RIVEDERE LE MODALITA' DI RIASSORBIMENTO DEL PERSONALE

Dimensione caratteri Decrease font Enlarge font
image

 

 

 

"Bisogna assolutamente rivedere le modalità di riassorbimento attuata
da Cai, tutelando le famiglie". – lo dichiara il Segretario Regionale
dell'Udc Luciano Ciocchetti a margine dell'incontro con una
delegazione di venti cassaintegrati  Alitalia nella nuova sede di Via
D'Onofrio  – " Sono circa mille le persone  della sede di Via Magliana
messe da giovedi scorso in cassa integrazione – continua Ciocchetti –
si sono create situazioni assurde, moglie riassunta a Roma, marito
trasferito a Milano e poi personale tutelato dalla legge 104, con
disabili in famigli, messo in cassa integrazione.  Chiediamo perché al
personale più anziano non sia stato dato lo scivolo di sette anni,
nonostante gli impegni presi,  con sbocco pensionistico che garantiva
un futuro certo ai dipendenti più anziani. Noi dell'Udc chiediamo –
conclude Cioccheti –  sia alla regione Lazio che al Comune di Roma di
sostenere, tutelare tutte le fasce sociali più deboli che si ritrovano
improvvisamente senza lavoro, mettendo in campo iniziative di sostegno
all'economia e al reddito."

 

Invia commento comment Commenti (0 inviato)