Intervista all’on. Gennaro Migliore

Capogruppo del gruppo parlamentare RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA

Rifondazione comunista è contro il voto per gli italiani all’estero?

Noi abbiamo sempre detto che, anche quando fu introdotta la legge, c’erano seri dubbi dal punto di vista della efficienza, del sistema elettorale ad introdurre nella nostra costituzione un collegio di italiani all’estero. Detto questo ci atterremo a quello che sarà l’orientamento prevalente della maggioranza.

In Venezuela, è presente una folta comunità italiana vicina alle vostre posizioni lo sa? Non pensa che gli italiani all’estero siano una risorsa? Temono un colpo di mano.

Noi pensiamo certamente che gli italiani all’estero siano una risorsa per il nostro paese. Ovviamente la discussione è appena iniziata e valuteremo anche come si evolverà. Per quanto ci riguarda, rimarremo coerenti con l’impostazione che abbiamo avuto anche quando è stato introdotto il collegio degli italiani all’estero. Abbiamo votato contro nella passata legislatura e, per continuità, questa è la nostra posizione. Detto questo, il contributo che stanno dando anche i deputati eletti all’estero è sicuramente significativo.

Quindi è positivo il suo giudizio sul lavoro svolto dai suoi colleghi eletti all’estero?

Ci sono degli elementi positivi, anche perché personalmente, sono tutte persone che stanno tentando di contribuire allo sviluppo dell’azione parlamentare, non si tratta di questioni personali.

Vi atterrete alla maggioranza significa che se questa deciderà in senso positivo riguardo al voto, voi voterete a favore?

Noi voteremo secondo quelli che sono gli accordi che si stanno realizzando per cui avremo la nostra posizione e dopodiché credo che convergeremo tutti in un unico senso. Poi vedremo quale sarà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui