Arnold Cassola, deputato verde eletto in Europa, ha scritto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano riguardo alla situazione di molti italiani che risiedono all'estero e che, emigrati per lavoro, tanti anni fa, hanno dovuto rinunciare alla cittadinanza italiana per acquisire quella del paese ospitante. Sotto il testo della lettera di Cassola al Presidente della Repubblica:

Stimato Presidente Napolitano,

Vorrei ringraziarLa per aver sollevato il tema della cittadinanza, e concordo pienamente con Lei sulla necessità di apportare modifiche alla legge attuale.
In questo contesto, vorrei portare a Sua conoscenza una situazione che sta a cuore a molti italiani che risiedono all'estero.
Si tratta di quel gruppo di italiani emigrati all'estero tanti anni fa che per ragioni burocratiche hanno dovuto rinunciare alla cittadinanza italiana per acquisire quella del paese ospitante. Molto noto è il caso degli Stati Uniti ove molti connazionali hanno dovuto rinunciare alla cittadinanza italiana per prendere quella statunitense.

L'Italia aveva dato a questi connazionali la possibilità di riacquistare la cittadinanza durante un lasso di tempo stabilito nel corso degli anni novanta. Tuttavia, non tutti hanno usufruito di questa possibilità nei tempi dovuti.

Sarebbe un gesto di valore elevato ridare la possibilità di riacquistare la cittadinanza italiana ai connazionali che sono ancora molto legati all’Italia e che continuano ad essere ambasciatori del made in Italy nel mondo.

Se Sua Eccellenza ritenesse di sollevare la tematica con le autorità governative italiane -specialmente in concomitanza con la Sua prossima visita negli Stati Uniti- darebbe una gioia immensa a tanti connazionali che sono fieri delle loro origini e che aspirano a riacquisire la tanto agognata cittadinanza italiana.
Con i sensi della più devota stima.
Arnold Cassola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui