È stato approvato il 15 novembre 2007 ad ampia maggioranza (99 Paesi a favore, 52 contrari e 33 astenuti) il testo della risoluzione per la moratoria della pena capitale nel mondo, dalla Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU. Si tratta di un passo decisivo verso l'adozione definitiva della risoluzione da parte dell'Assemblea Generale, che dovrebbe avvenire nella prima metà di dicembre. L'Italia conferma di essere in prima linea nel mondo in materia di tutela dei diritti umani.

La lotta contro la pena di morte a livello internazionale è infatti uno dei temi prioritari della nostra politica estera, che vede impegnati Governo, Istituzioni, forze politico-parlamentari e organizzazioni non governative in una campagna convinta e tenace che ha ora prodotto un primo, rilevante risultato. Un ruolo fondamentale è stato svolto, altresì, dalla società civile italiana, che ha ispirato e sostenuto questa campagna, contribuendo a mantenere elevata, in questi mesi, l'attenzione internazionale sulla questione della pena di morte e di una moratoria universale delle esecuzioni.(ADL)

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui