Adornato: non entro nel Pdl, no a un partito personale di Berlusconi. «I Club Liberal non si sciolgono nella nuova formazione, in attesa di capire quale sarà la prospettiva politica».

Il fondatore dei Club Liberal ha aggiunto di voler restare nel centrodestra per lavorare alla costruzione di un grande partito dei moderati insieme ad Alleanza nazionale e Udc. Alla domanda se altri abbiano intenzione di seguirlo, Adornato ha risposto: «Vedremo poi». Oltre ad Adornato, il coordiantore dei Club Liberal, il deputato Angelo Sanza di Forza Italia, ha detto che non aderirà al nuovo partito di Berlusconi.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui