“Il silenzio delle democrazie è la migliore arma dei tiranni”

Mercoledì 28 novembre il Consiglio Comunale di Barletta ha approvato all’unanimità una risoluzione in cui viene chiesto al Governo italiano maggior impegno nel cercare una via di uscita per il conflitto in Darfur.
Il testo della suddetta proposta di risoluzione è stato curato da Italians for Darfur, movimento italiano per la promozione dei diritti umani in Darfur e presentato da Rocco Dileo,consigliere comunale nonchè firmatario della risoluzione.
Nel documento si analizza la situazione in cui versa il Darfur,dove da ormai quattro anni si combatte una sanguinosa guerra che ha provocato almeno 300.000 morti e 2.500.000 sfollati. Nonostante un accordo di pace firmato nel 2006,continuano gli attacchi a civili inermi,e il dispiegamento dei 26.000 caschi blu dell’O.N.U. è fortemente ostacolato dall’ostruzione del Governo sudanese e dall’immobilismo della comunità internazionale.
Per questo il Comune di Barletta chiede che il Governo Italiano si impegni, anche apportando uomini e mezzi, alla buona riuscita della missione e attivi i propri canali diplomatici con la Cina, affinché tramite la sua enorme influenza sul Governo del Sudan dia un fondamentale contributo alla fine delle ostilità; infine chiede che il Governo italiano promuova a livello europeo e internazionale un negoziato per la pace in una località neutra, scelta di comune accordo tra tutte le parti coinvolte nel conflitto.
Italians for Darfur promuove inoltre, anche a livello locale, un appello diretto alle maggiori emittenti televisive nazionali chiedendo di dare maggiore spazio all’informazione su questa terribile guerra; nel 2006, infatti, solo un’ora è stata dedicata dai telegiornali italiani a questa immane emergenza umanitaria.

L'auspicio è quello che anche altri Comuni possano utilizzare questo importante mezzo a loro disposizione,in modo da non lasciare isolato l'appello della comunità barlettana e rendere la questione Darfur di primaria importanza nelle attività del Governo italiano.
Proprio per questo Italians for Darfur organizzerà a dicembre,a Roma,una conferenza dal tema “Darfur,tra silenzi assordanti e responsabilità nascoste”per richiamare il Governo Italiano e la comunità internazionale alla responsabilità di proteggere i civili del Darfur dalle incessanti e gravi violazioni dei diritti umani..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui