Umberto Mele*

Cari Italians,

molti leader ed esponenti sia di centrosinistra che di centrodestra stanno sostenendo che l’attuale Governo ha fallito la sua missione. Non vi e’ dubbio che i problemi irrisolti nel nostro Paese siano gli stessi che ci affliggevano già qualche decennio fa. Solo per citarne qualcuno tra i più macroscopici: mafia e clientelismo, sottosviluppo da terzo mondo o giù di lì nel sud d’Italia, degrado sociale, debito pubblico dal quale derivano altrettanti enormi problemi, costi della politica. Mi chiedo, ma penso che anche altri se lo chiedano, se non sono forse quegli uomini a sedere in Parlamento da una vita gli stessi che non hanno saputo o voluto risolvere i problemi del Paese? Non sarebbe giunta l’ora di poter promuovere un referendum popolare attraverso il quale, non si sa mai… si vedrebbe esautorato questo Parlamento per manifesta incapacità a svolgere i compiti a cui è preposto? Conseguentemente si potrebbe ottenere un Parlamento rinnovato e composto da tecnocrati di ogni disciplina ed eletti dal popolo non già provenienti dai partiti ai quali peraltro verrebbe chiesto un indefinito periodo di “riflessione” per manifesti demeriti acquisiti sul campo.

http://www.corriere.it/solferino/severgnini/07-12-31/06.spm

*umbme950@yahoo.com.cn

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui