“Dopo aver cacciato il Sovrintendente Ernani perché non allineato, cade la seconda testa, quella del direttore artistico Nicola Sani. Anche in questo caso la sostituzione è tutta politica: il suo sostituto Nicola Colabianchi è dichiaratamente di Alleanza Nazionale. Siamo convinti che l’errore più grande che possa fare la pubblica amministrazione sia quello di mettere il bavaglio della politica alla Cultura, soprattutto in un’istituzione importante quale il Teatro dell’Opera”. E’ quanto dichiara il vicepresidente alla Cultura, Giulio Pelonzi.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui