Pare che le case, costruite a L'Aquila e provincia negli anni '70/80 non fossero a struttura antisismica. Adesso che ci sono stati molti morti, spero che il governo faccia una legge in cui chi costruisce case, senza ottemperare a determinate regole, venga incriminato per omicidio plurimo colposo. Penso che, prima di fare case scadenti – e cadenti – i costruttori ci penseranno parecchio. Un reato del genere dovrebbe essere perseguibile anche dopo molti anni, senza fruire di prescrizioni di sorta.

Giuseppe Mamé, mame_giuseppe@yahoo.fr

Perfettamente d'accordo. Ma la prescrizione – complice la lentezza della giustizia – è diventata il detersivo con cui lavare le magagne italiane. Accadrà ancora, stanne certo.

http://www.corriere.it/solferino/severgnini/09-04-25/05.spm

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui