“Nel programma di lavoro delle Giunte Rutelli e Veltroni la Cultura è stata: Industria culturale (contribuendo alla crescita del PIL della Città del 2,7%), ricerca per l’innovazione ed elemento di inclusione sociale. Per la Giunta Alemanno la Cultura è: Identità e tradizione, eliminazione delle barriere burocratiche con commissariamenti delle Sovrintendenze (Teatro dell’Opera e Ostia) e privatizzazione della produzione culturale”. E’ quanto dichiara Giulio Pelonzi, vice presidente della Commissione Cultura e Sport.

“Riguardo agli eventi culturali in programma – per Pelonzi – oggi Alemanno ha annunciato una linea di assoluta continuità con le manifestazioni e le iniziative già in essere quali l’Estate romana e i Bandi dei Municipi. Il nuovo programma culturale della Giunta Alemanno parla di centralizzazione dei fondi al Dipartimento e di un lunga lista di mancanze. Mancata revisione del sistema delle aziende municipalizzate e delle società legate al Sistema Cultura nel Comune di Roma. Mancanza di una ‘mappatura’ dell’offerta culturale e delle infrastrutture. Mancanza di un piano strategico generale sia sugli eventi che sui finanziamenti per la Cultura (distretti culturali e periferie). Mancanza del legame con le aziende del settore terziario e del terziario avanzato, per un ritorno dell’indotto economico legato al Settore. Mancanza di una visione del ruolo della Cultura legata alla pianificazione urbana e alla coesione del tessuto sociale”.

“Esprimo – ha concluso il vice presidente della Commissione Cultura – un giudizio nettamente negativo sia per lo sviluppo economico del Settore e sia per lo stimolo alla produzione culturale cittadina. Le proposte positive offerte dal centro sinistra con l’elaborazione del documento programmatico, fino ad ora sono state del tutto ignorate. Speriamo, dopo un anno di fallimenti della Giunta Alemanno, che possano essere prese in considerazione per il bene della città”.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui