La Buonamina di mio nonnno materno (pace all’anima sua) mi diceva spesso:” viva chi comanda oggi” Io testardo non ascoltando i suoi consigli ho sempre detto:”abbasso chi comanda oggi”

Al di la’ dei miei ricordi infantili, resta di fatto che il cittadino votando non dovrebbe mai delegare in toto la sua vita, nelle mani di uno o piu’ uomini, per quanto siano bravi, carismastiti o competenti in materia. Oggi a Berluscomi per finire la sua carriera politica gli manca solo il potere assoluto. Troppo tardi ! C’e’ Fini, anche se il refendum del 21 di giugno, dovrebbe andare in suo favore Nel mio piccolo, credo non e’ e non sara’ mai in grado di governare il paese da solo, e’ un punto di vista non condiviso da molti ma chi se ne frega! Berlusconi si trova ad essere quello che e’ grazie alla Lega, che oggi con la sua decisione di votare si al refendum ne minerebbe l’esistenza. Un contributo notevole gli e’ stato posto su di un vassoio d’argento da AN. Detto questo Berlusconi ha commesso un errore di percorso tipico di un buon amministratore d’azianda ma di un pessimo politico. Alle ultime elezioni quando il suo partito era ancora Forza Italia, i referendari gli hanno offerto loro malgrado l’ occasione della vita. Seguitemi e capirete il perche’! Berlusconi e’ un autolesionista oggi. Perche’ all’epoca dei fatti, sarebbe bastato, indire il refendum elettorale oggi avrebbe avuto la maggioranza assoluta a Camera e Senato, senza intoppi da parte di Fini e Bossi. La matematica per quel che mi riguarda non e’ un’ opinione. Perche’ non l’ha fatto? A questa domanda non vi resta che chiederlo a LUI!

Avatar

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui