Basta con i convogli per pendolari che hanno una vita media di almeno 30 anni e risultano ormai del tutto inadeguati”.
In occasione della visita in treno di Franceschini in Calabria, proprio a bordo di un treno locale, il deputato del Pd on Franco Laratta, ha illustrato la proposta di legge (primo firmatario il capogruppo pd della commissione Trasporti della Camera, on.Michele Meta, poi dall'on Laratta e da altri 20 deputati del pd), ” che prevede il prelievo di un centesimo dalle accise sui carburanti. Così, in pochi anni, Trenitalia potrà acquistare 1000 treni da destinare ai trasporti locali, ai convogli per passeggeri che sono i più penalizzati, sporchi e vecchi. Infatti, Trenitalia ormai investe solo nell' Alta velocità (che vede il sud del tutto penalizzato, soprattutto la Calabria) e nei convogli diretti al Nord Italia”.

La proposta di legge è stata illustrata dall'on. Franco Laratta nella stazione ferroviaria di Cosenza-Vaglio Lise e anticipata ai passeggeri nel corso del viaggio in treno di Dario Franceschini da Lamezia a Paola. Il segretario nazionale del Pd ha mostrato di apprezzare e sostenere la suddetta proposta, che in maniera concreta risponde alla pressanti richieste dei pendolari che ogni giorno sono costretti a prendere i convogli locali per andare a lavoro o a scuola, al costo di notevoli sacrifici.

“Siamo certi- ha detto l'on. Laratta- che questa proposta troverà una buona accoglienza in parlamento. Il tema del trasporto ferroviario locale è molto sentito nei banchi parlamentari. Per questa ragione siamo sicuri di trovare sostegno anche nelle fila della maggioranza”.

PROPOSTA DI LEGGE
__
ART. 1.

Al fine di realizzare una migliore correlazione tra lo sviluppo economico, l’assetto territoriale e l’organizzazione dei trasporti, promuovendo il riequilibrio modale degli spostamenti quotidiani in favore del trasporto ferroviario, è riconosciuto un contributo quindicennale alla società Ferrovie dello Stato Spa, dell’importo di 300 milioni di euro annui, finalizzato all’acquisto di nuovi veicoli ferroviari.
All’onere derivante dall’attuazione del comma 1 si provvede mediante l’aumento di 10 euro ogni mille litri delle aliquote di accisa, previste dall’allegato I annesso al testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, di cui al decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504, e successive modificazioni, relative ai seguenti prodotti:
a) benzina;
b) olio da gas o gasolio usato come carburante;
c) gas di petroli o liquefatti usati come carburante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui