L’on. Franco Narducci, il 1° febbraio 2012, intervenendo in sede di esame in Commissione esteri, del Decreto-legge 211/2011 recante interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri, ha giudicato inaccettabile la riduzione degli stanziamenti relativi alle spese rimodulabili dei programmi del Ministero degli affari esteri per un importo pari a 7 milioni di euro. Tale prelievo, infatti, servirebbe da copertura finanziaria al Decreto sul sovraffollamento delle carceri ma contrariamente alla prassi consolidata di effettuare dei tagli lineari a tutti i ministeri questa volta si saccheggia il Ministero degli esteri che non è in grado si sopportare ulteriori tagli. Già quelli effettuati hanno creato una situazione di disagio tra le comunità italiane all’estero ma forse qualcuno pensa ancora una volta, di attingere risorse dalla Dgie per azzerare le poche risorse che sono rimaste per i corsi di lingua e cultura.

Pertanto, in dissenso dal mio gruppo, ho dichiarato di dare il mio voto favorevole solo se le risorse saranno attinte dai bilanci di ministeri che non siano quello degli esteri. Conseguentemente la Commissione esteri ha dato parere favorevole al Decreto in questione condizionato al fatto che al contempo sia “individuata una copertura sostitutiva al di fuori dello stato di previsione del Ministero degli affari esteri, che non comprometta la realizzazione degli obiettivi di politica estera e degli impegni internazionali assunti dall'Italia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui