“Seguo la nostra comunità in Germania da molti anni. La nostra e' una
comunità eterogenea, sia per provenienza regionale, che livello
culturale e estrazione sociale, tuttavia è una comunità ormai ben
inserita che in molti casi ha raggiunto posizioni apicali nella società
tedesca, penso per esempio al direttore dello Spiegel o ad un giudice
della Corte Costituzionale di Karlruhe. Siamo 700.000 in Germania e in
certe aree siamo una minoranza consistente come nella zona intorno a
Stoccarda e nel Baden Wuerttemberg in generale.
Tuttavia c'è una parte politica che continua a considerare noi stessi
come un popolo incapace di integrarsi e quindi bisognoso di partecipare
ai forum sull'integrazione. Proprio qualche giorno fa nella mia casella
di posta è giunta una email autocelebrantesi dell'ennesimo incontro con
le autorità tedesche per uno di questi forum. L'incontro avvenuto alla
presenza della Cancelliera Merkel è un errore da non ripetere. Come
possiamo pensare che i tedeschi cambino idee sullo stereotipo italiano
se ci mostriamo sempre subalterni e con il cappello in mano. Un paese
europeo non integrato?! Certo lo stereotipo rimarrà quello di Tony,
l'italiano con il dente d'oro della pubblicità di MediaMarkt o lo
Schettino di turno descitto dallo Spiegel.
Migliore integrazione si ottiene con una migliore immagine del paese,
non autoghettizzandoci. Credo sia proprio l'ora di uscire da questi
consigli degli stranieri o forum civici sull'integrazione.
L'Italia per quanto con i suoi problemi e le sue contraddizioni è tra le
10 economie più sviluppate al mondo è un paese fondatore della Unione
Europea, gli Italiani non si meritano un trattamento da paese del terzo
mondo. Abbiamo il diritto di voto alle elezioni amministrative, usiamolo!
Il primo treno di Gastarbeiter è arrivato 50 anni fa, anche chi si
occupa di emigrazione deve capire che il mondo è cambiato e gli Italiani
pure.
Mai più forum sull'integrazione o consigli per gli stranieri!”

Ufficio Stampa On. Picchi (PDL)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui