Roma, 6 febbraio 2012 – “Fa sempre piacere scoprire che un deputato eletto nel Regno Unito per lo più referente della maggioranza appena deposta, – quella che ha drammaticamente chiuso quasi 30 tra consolati e istituti,- si sia testé svegliato e, resosi conto di quanto accaduto negli ultimi 4 anni in odore di campagna elettorale, voglia rimettersi in carreggiata blaterando qualcosa di confuso sul consolato di Manchester. Buongiorno On Picchi!”. E’ quanto dichiarano in una nota Aldo Di Biagio, deputato Fli, Vincenzo Zaccarini, FLI nel Regno Unito, e Vincenzo Nicosia, coordinatore Fli Regno Unito, in risposta alle dichiarazioni di Picchi sulla chiusura del consolato di Manchester. “E meno male che il lavoro parlamentare di Fli sia palesemente tracciato sui portali Camera e openpolis – scrivono – altrimenti chissà il sig. Picchi quali altre baggianate avrebbe il coraggio di dire”.

“Fli insieme ai referenti della ex opposizione, ha avviato un percorso di dialogo con il Ministro Terzi – spiegano – mirato a valutare insieme percorsi alternativi alla chiusura e finalizzato alla migliore comprensione dei problemi dei nostri connazionali. Non si capisce sinceramente cosa abbiano amabilmente fatto questi fantomatici referenti di PdL e Lega che Picchi cita tanto voracemente”.

Concludono: “Ancora una volta la maggioranza che fu ha perso un’occasione per mostrare raziocinio almeno, dopo la strage consolare che ha consentito, abbia la decenza di tacere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui