Intervento della senatrice Radicale, Donatella Poretti>> Porre fine alle discriminazioni dei figli naturali e legittimi, dei figli > nati fuori e dentro il matrimonio, e' un obiettivo ormai a portata di > mano. Il Parlamento non puo' più rimandare una legge che semplicemente > aggiorna la norma rispetto alla societa', che pone fine alle differenze di > tipo lessicale, ereditarie e di trattamento in tribunali diversi. Il 20 > per cento dei nuovi nati in Italia (oltre centomila ogni anno) sono figli > naturali, di serie b, su di loro ancora pesa una colpa per scelte fatte > dai genitori e subiscono trattamenti discriminatori.> Nel mio intervento in aula ho ricordato la necessita' che la legge sia il > “luogo” in cui far valere ed esercitare i diritti e non un ostacolo da > superare nella quotidianita', ma sopratutto mi sono appellata come la > mamma di una figlia naturale, Alice, che ha dei nonni e degli zii, che > vorrei che anche la legge le riconoscesse, la mamma di una figlia che > vorrei non dovesse più aggiungere “naturale” quando si trova davanti alla > legge!>> Sen. Donatella Poretti – Parlamentare Radicali -Partito Democratico> Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax > 0667064771> Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 055290118> Cellulare: 336252221> mailto: poretti_d@posta.senato.it> Sito Internet: www.donatellaporetti.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui