(Roma, 23 maggio 2012) – “Oggi, a 20 anni dalla strage di Capaci, celebriamo in vari modi il ricordo delle vittime di tutte le stragi di mafia con la sensibilità e la tradizione di ciascuno, per cui le rappresentanze delle forze dell’ordine celebreranno il “memory day”, i giovani con la “nave della legalità” con la quale arrivano a Palermo da Civitavecchia per unirsi alle manifestazioni già programmate e le Istituzioni con la presenza delle massime cariche dello Stato. Fondamentalmente credo che ognuno di noi deve fare memoria nel proprio cuore della ignobile, orribile strage di Capaci per tenere desti gli anticorpi della legalità contro ogni forma di mafia”. Lo ha dichiarato l’on. Franco Narducci (PD), Vicepresidente della Commissione esteri.

“Dobbiamo tenere alta la tensione morale per una società libera dalle mafie – ha proseguito Narducci – soprattutto in questi giorni in cui, da Genova a Brindisi, riappaiono i fantasmi del passato che pensavamo di avere seppellito per sempre. Dobbiamo farlo sapendo che l’educazione dei giovani, la cultura e il lavoro sono i migliori antidoti contro la criminalità”.

“In un momento forte di crisi – ha detto Narducci – la politica deve dare segnali chiari di contrasto al crimine organizzato anche sul piano internazionale, deve favorire la scuola e l’università a diffondere, con la società civile, la cultura della legalità e delle istituzioni democratiche nella convinzione che il crimine è la peggiore zavorra per l’Italia intera. Se poniamo in essere un piano educativo alla convivenza civile nella legalità, diffuso e coinvolgente, – ha concluso il parlamentare del PD – sapremo tenere alti nel modo migliore i valori delle vittime del dovere”.

********************

Franco Narducci

Vicepresidente

Commissione Affari esteri

Camera dei Deputati, Roma

Tel. ++39 06 6760 5698

narducci_f@camera.it
www.franconarducci.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui