E dire che Andres Diaz aveva trovato un lavoro. E’ accaduto in Messico ma vi prego di non chiudere, perchè questa follia è contagiosa e reale e dobbiamo esserne consapevoli.
I genitori di un ragazzo 25enne, che lavorava per una pizzeria, disperati avevano denunciato la sua scomparsa. Chi l’ ha visto? La polizia l’ ha ritrovato, come un povero rifiuto al bordo di una strada, torturato dal coltello e dalle botte, fino alla morte.
Dall’ Ansa: Sabato scorso, due giovani che vivevano in un appartamento del quartiere La Canada hanno ordinato una pizza al ristorante nel quale lavorava Andres Diaz, un giovane di 25 anni , ma quando questi si è presentato per la consegna con un’ora di ritardo lo hanno accolto a colpi e pugni. Portato all’interno dell’appartamento, è stato picchiato per ore e, quando ha tentato la fuga, è stato ucciso con una pugnalata. La polizia ha arrestato i due giovani: José Luis Lima, di 22 anni, e la sua compagna, non identificata perché è ancora minorenne.L’incredibile storia è avvenuta a Tetla, nello stato di Tlaxcala (centro del Messico) dove lo scorso fine settimana i famigliari di Andres Diaz, un giovane di 25 anni che lavorava per una pizzeria locale, hanno denunciato la sua scomparsa alle autorità. Tre giorni dopo, il suo cadavere è stato scoperto gettato al bordo di una strada, con gli occhi bendati e le mani e i piedi legati. L’autopsia ha rivelato che Diaz é morto a causa di una ferita di arma tagliente al collo, e il suo corpo mostrava segni di molte altre percosse. L’inchiesta aperta dalla polizia locale ha rivelato che non si trattava di un ennesimo caso di sanguinosa rappresaglia nelle guerre fra bande di ‘narcos’ che sconvolgono il Messico: il giovane non era stato ucciso perché apparteneva a una banda rivale o si intendeva inviare un messaggio con la sua morte.
Quanti di noi sanno il triste primato del femminicidio in Messico? E di quello in Italia? Quanti di noi non ascoltano i bambini, perchè hanno tante cose da fare…?
E’ un’ Utopia sperare in un mondo meno tragicamente violento, mortale? Quali mostri sono diventati i ragazzi? Quante volte abbiamo letto di botte assalti coltellate per motivi banalissimi? Chi sono le loro famiglie, come hanno trascorso il tempo dell’ infanzia? Usi e Abusi dalla nascita, fino a ridursi dei mostri.

Doriana Goracci

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui