La differenza tra i due emendamenti NON E' UN DISCORSO DI VIRGOLE.
PERCHE' PRENDERE DAI PENSIONATI E NON DA TUTTI I PERCETTORI DI REDDITO ?

L'emendamento 8.309 trovava le risorse tramite contributi di tutti coloro che avevano un reddito sopra un certo importo ed è stato rigettato per impossibilità di determinare l'entità della copertura necessaria.
L'emendamento 8.500 trova le risorse dai soli pensionati e ora sono sufficienti ? Oppure invece dell'equità vi interessa il semplice artificio di dire che non viene effettuato alcun prelievo dai redditi dipendenti ma solo un blocco all'indicizzazione delle pensioni.
La sostanza non cambia e tutti lo sanno.
I risparmi sui fondi già stanziati dove sono e dove saranno ? Il forte dubbio che tutti abbiamo è che non siano sufficienti neanche per i 65000+55000.
Si pensa di compensare il maggior onere per gli esodati ponendolo a carico degli altri pensionati, anche degli esodati che quando prenderanno la pensione se la vedranno deindicizzata per pagare la pensione agli altri ?
Potrebbe essere anche equo se non fosse in contraddizione con il fatto che la tassa ( perchè in fondo di questo si tratta) applicata sugli esodati è andata a beneficio di tutti mentre ora il salvataggio deve essere posto solo a carico delle pensioni.
Non viene fissato neanche l'importo minimo di pensione salvaguardato (forse pensano di prenderlo dalle pensioni sociali ?)
Non si tratta qui cercare di correggere i particolari ma di correggere la logica propria dell'intervento.
Bisogna tornare all'emendamento 8.309, ampliato con le eventuali ulteriori garanzie del 8.500, e con le fonti di finanziamento costituite da una salvaguardia costituita da un prelievo a carico di tutti i redditi e non solo a carico dei soli pensionati .

Comitato esodati bancari

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui