Roma, 7 ott – “L'annunciata invasione militare turca della Siria settentrionale, oltre a costituire una gravissima violazione del diritto internazionale da parte di un membro della NATO, aprirebbe scenari drammatici per il destino di un paese martoriato dalla guerra che ha bisogno di pace, non di nuove operazioni militari”. Lo dichiara il senatore M5S Alberto Airola, componente della Commissione Esteri di Palazzo Madama. “I curdi siriani del Rojava – continua Airola – dopo aver combattuto in prima linea contro i terroristi dell'Isis si vedono ora minacciati, con il placet di Washington, da un regime che invece è stato a dir poco ambiguo rispetto al Califfato nero. Le dichiarazioni del portavoce del presidente turco Erodgan, sulla volontà di “correggere il cambiamento demografico” prodotto dai curdi nel nord-est della Siria, evocano il rischio di un'operazione militare illegale di feroce pulizia etnica che Onu, Nato e Unione europea non possono assecondare rimanendo in silenzio”.
__________________
Movimento 5 Stelle
Ufficio Comunicazione Senato
Via degli Staderari 2
Palazzo Carpegna
06- 67063402
m5s.comunicazione@senato.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui