All’Auditorium Parco della Musica sulle note dei film di Age & Scarpelli

di Alessandra Broglia

Dopo il grande successo dello scorso 25 aprile, torna alla Sala Teatro Studio Borgna, il concerto del Felix Piano Trio, composto dalla pianista Catia Capua, dal violinista Riccardo Bonaccini e dal violoncellista Matteo Scarpelli. Un gradito ritorno, in concomitanza delle feste natalizie, arrivato come un crescendo, dopo una tourneé che ha permesso loro grandi apprezzamenti in varie città della Penisola. Una data scelta non a caso, poiché il 18 dicembre, è vicina al 16, giorno in cui nacque Furio Scarpelli, che insieme ad Agenore Incrocci (conosciuti come Age&Scarpelli), hanno firmato le sceneggiature di tante pellicole celeberrime.‘Age&Scarpelli Suite – Sceneggiature in musica’, è un progetto musicale nato da un'idea di Matteo Scarpelli, figlio di Furio, e di Catia Capua, per celebrare il centenario dalla nascita di questi due grandi protagonisti indiscussi della cinematografia italiana. Anche il Comune di Roma non è rimasto indifferente a questa importante ricorrenza, inaugurando lo scorso 22 ottobre, una targa toponomastica “Parco Age & Scarpelli: Sceneggiatori”, nel parco di via Arrigo Cajumi, in zona Talenti, alla presenza del vice sindaco Luca Bergamo. Un evento vissuto con emozione, grazie anche a una porzione del concerto eseguito dai tre componenti del Trio.

Il programma prevede l’esecuzione di Quattro Suite, ognuna delle quali composta da diverse colonne sonore arrangiate ad hoc da Fabrizio Siciliano per il Felix Piano Trio. Una formazione diversa dalle abituali orchestre per le musiche da film, con la struttura classica di pianoforte, violino e violoncello; ma vogliamo ricordare alcuni titoli come ‘La grande guerra’,‘Sedotta e abbandonata’, ‘C'eravamo tanto amati’, passando per ‘Signore e Signori’,‘I soliti ignoti’, ‘Riusciranno i nostri eroi’, ‘La banda degli onesti’ e ‘Il Postino’. Sono solo alcuni dei film sceneggiati da ‘Age&Scarpelli’, cui si devono le colonne sonore composte da nomi come Nino Rota, Armando Trovajoli, Alessandro Cicognini, e dai premi Oscar Luis Bacalov ed Ennio Morricone. Un concerto che con così pochi elementi saprà ripercorrere un notevole spaccato di storia del cinema, della musica italiana e della Commedia all’Italiana, genere che in questa occasione, viene esplorato nella sua unicità musicale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui