Si è concluso il primo Forum dell’ amministrazione Costantini e riscontro con piacere una considerevole partecipazione sia durante l’ assemblea di apertura che ai tavoli di lavoro.
Tuttavia occorre registrare che è risultato evidente il tentativo da parte di una forza politica di strumentalizzare uno dei più potenti mezzi che la cittadinanza ha a disposizione per partecipare attivamente alla vita amministrativa della città. Ritengo inopportuno, infatti, che a far da relatore sia stato un consigliere comunale – al quale peraltro era stato chiesto di farsi sostituire da un tecnico – per il semplice motivo che all’ inizio dell’ assemblea era stato stabilito che i componenti di Giunta e Consiglio comunale non fossero ai tavoli di lavoro. Sarebbe stato quindi più corretto se il consigliere avesse delegato qualcun altro a relazionare durante lo svolgimento dei tavoli di lavoro.
In esito a quanto accaduto è necessario, a mio parere, ridisciplinare l’ istituto della partecipazione popolare del Forum in modo puntuale, al fine di evitare una commistione tra luoghi e funzioni della democrazia rappresentativa con quelli della democrazia partecipata, commistione che pone in crisi la funzione della democrazia stessa.
Tutto ciò con l’ unico obiettivo di favorire una maggiore partecipazione da parte dei cittadini senza ingerenze della politica.

Lidia Albani
Assessore Democrazia Partecipata Comune di Giulianova

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui