Giornale in riallestimento
Archivi
Quadro editoriale

Registrazione al tribunale
di Roma n. 41 del 15/02/2007


Edito e diretto da

Salvatore Viglia

In redazione:

interviste, politica e cultura:
Rainero Schembri


politica, cultura e societa’:

Francesco Amoroso
II giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Nino Bellinvia

Rossella Bellinvia

Loredana Biffo
III giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Torino)

Domenico Bilotti

Eugenio Bolia

Giorgio Brignola

Alessandra Broglia

Giovanna Canzano

Giulio Caporale

Marco Chinico’
IV giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Nicola Clemente
I giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Napoli)

Arnaldo De Porti

Miriam Della Croce

Antonio Di Giovanni

Dario Ghezzi

Doriana Goracci

Elisa Merlo

Paolo Natale
V giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Goffredo Palmerini

Renato Pierri

Paola Tullio

Laura Tussi

poesia e letteratura:
Andreas Papadopoulos

ANTTU

SA

arte, cultura e societa’:
Daniela Coppola
Monica Michetti
VI giornalista pubblicista abilitato dalla nostra testata (Roma)

Alessandro Olivieri
Elena Vigiano

Redazioni Estere:

da Atene:

politica internazionale
Sergio Coggiola
(Direttore di "Eureka" mensile in lingua italiana per gli italiani all'estero edito in Grecia)

cultura e politica
Angelo Saracini

——————-
dagli U.S.A.

politica, cultura e societa’
Emanuela Medoro
——————-
dal Peru’ – Lima –

politica, cultura e societa’
Alberto Calle
——————-
da Buenos Aires

sport e cultura
Gustavo Oronzo Rucci
——————-
da Londra:

Carmine Gonnella


Martino Cartella


Donato Zagarone
——————-

Inviato dagli USA


Ro Pucci

W5KYY
President RGP Enterprises

RGP JOURNALISTIC SERVICES
3323 Lost Hollow dr.
Kingwood, TX 77339 USA

Ph.: ( 281 ) 358 2633

e-mail: w5kyy@cebridge.net

*******************



Web Manager


Cesare Bramante



Implented


IDEA

CS SIMIT – Nuovo coronavirus in Cina: nessun rischio prevedibile in Italia

 

La notizia del primo decesso causato in Cina da un nuovo coronavirus ha destato apprensioni, rammentando i precedenti di SARS e MERS, ma gli infettivologi rilevano una scarsa trasmissione del virus da persona a persona e l’epidemia sembra destinata a rimanere circoscritta ad una diffusione locale. Anche OMS e CDC non hanno ancora preso provvedimenti
SIMIT – Nuovo coronavirus in Cina: nessun rischio prevedibile in Italia
“Il fenomeno sarà comunque meritevole di un’attenta sorveglianza. Anche se non abbiamo elementi per pensare che questo nuovo virus possa significativamente coinvolgerci, il mantenimento di una rete di specialisti è importante come strumento di protezione per la popolazione tutta” sottolinea Marcello Tavio President SIMIT

UN NUOVO CORONAVIRUS IN CINA – La notizia del primo decesso causato in Cina da un nuovo coronavirus ha portato a una serie di richieste di chiarimento rispetto alle quali la comunità scientifica si mette a disposizione. “Le informazioni disponibili sono ancora limitate – spiega il Prof. Massimo Galli, Past President SIMIT – Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali. – Tuttavia, dagli elementi raccolti si desume che l’area interessata sia quella di Wuhan, una città della Cina centrale; che i casi diagnosticati sarebbero, al 10 gennaio, almeno 59, di cui 15 confermati in laboratorio; che la maggior parte dei pazienti avrebbe frequentato mercati in cui erano in vendita animali vivi, selvatici e domestici; che la trasmissione interumana – cioè da persona a persona – del virus sarebbe scarsa o comunque non ancora ben definita”. L’appartenenza del virus alla famiglia dei Coronaviridae sarebbe provata dal sequenziamento del virus in due diversi laboratori in Cina. Da quanto è dato sapere il virus non è simile né a quello della SARS, né a quello della MERS, ma sarebbe più affine ad altri virus della stessa famiglia isolati in pipistrelli.
QUALI SONO I RISCHI EFFETTIVI IN ITALIA? – In merito al nuovo virus, né l’OMS, né i CDC hanno ritenuto necessario prendere provvedimenti particolari. L’epidemia, se verrà confermata la scarsa attitudine del virus alla trasmissione interumana, potrebbe rimanere circoscritta ad una diffusione locale e solo episodica. “Siamo tuttavia di fronte alla conferma che lo scrigno di Pandora è sempre colmo e che riserva continue sorprese – evidenzia il Prof. Galli. – Il fenomeno sarà comunque meritevole di un’attenta sorveglianza.
In Italia, i reparti di malattie infettive garantiscono la presenza sul campo di una rete di specialisti in grado di identificare precocemente il manifestarsi di nuove infezioni. – conferma Marcello Tavio Presidente SIMIT – Anche se non abbiamo elementi per pensare che questo nuovo virus possa significativamente coinvolgerci, il mantenimento di questa rete è comunque importante come strumento di protezione per la popolazione tutta”.
I PRECEDENTI DI SARS E MERS – I Coronaviridae sono una vasta famiglia di grossi virus a RNA. Almeno sei specie virali diverse si sono dimostrate in grado di infettare l’uomo. Le due che hanno suscitato più allarme sono il virus della SARS, che è emerso in Cina nel 2002 ed ha causato una fiammata epidemica che, facilitata nella diffusione dai collegamenti internazionali per via aerea, è stata responsabile di 8098 casi con 774 decessi, per poi spegnersi nell’arco di pochi mesi. Il serbatoio del virus è risultato un pipistrello, Rhinolophus ferrumequinum, il cui areale di distribuzione si estende dall’estremo oriente a tutta l’Europa meridionale e al Nord Africa. Dopo il 2003 non sono più stati osservati casi di SARS. Il virus della MERS è stato isolato per la prima volta a Londra nel 2012 in un paziente con una grave sindrome respiratoria proveniente dal Medio Oriente. Alla fine dello scorso novembre ne erano stati registrati in tutto 2494 casi, con 858 morti. La maggioranza dei casi (2102) è stata osservata in Arabia Saudita. A differenza della SARS, la MERS tende a causare quadri respiratori gravi prevalentemente in pazienti già portatori di problemi clinici di rilievo, ed ha continuato a ripresentarsi negli ultimi anni con uno stillicidio di casi. Un’unica, importante epidemia, con 185 casi accertati, si è verificata in Corea a partire da un caso importato ospedalizzato. È stato provato che i dromedari hanno un ruolo nella diffusione del virus, anche se il serbatoio originario non è stato ancora individuato.


Salvo Cagnazzo
Studio Diessecom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

”La Voce degli AVVOCATI”
si fregia del
patrocinio morale dell’Ordine Degli Avvocati di Roma.


Aforismi

L’uomo che non ha alcuna musica dentro di se’, che non si lascia commuovere dall’armonia di dolci suoni e’ nato per il tradimento, per gli inganni, per le rapine. I motivi del suo animo sono foschi come la notte, i suoi appetiti neri come l’Erebo.
Non vi fidate di un uomo siffatto
W. Shakespeare

 

Il poeta percepisce il mistero della persona umana e quindi il mistero universale, perche’ percepisce il mistero dei popoli, della loro vocazione e la loro missione storica, quindi tutto, perche’ percepisce nella distinzione delle Patrie il mistero dell’intera famiglia umana.
Giorgio La Pira

 

Democrazia
“O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non e’ possibile sconfiggere le idee con la forza, perche’ questo blocca il libero sviluppo dell’intelligenza.”
Ernesto Che Guevara

 

EPITAFFIO A RAFFAELLO

“Ille hic est raphael timuit quo sospite vinc rerum magna perens et moriente mori”
(Pietro Bembo)

Qui giace Raffaello dal quale, lui vivente, la natura temette d’essere vinta e, lui morente, di morire anch’essa.

 

La calunnia
“Socrate e’ un criminale e un perditempo, che indaga su quello che sta in cielo e sottoterra, fa del discorso piu’ debole il piu’ forte e insegna lo stesso agli altri
(Apologia di Socrate)

 

La Bibbia
“Non crediate che io sia venuto a portare la pace sulla terra. Non sono venuto a portare la pace, ma la spada. Perche’ sono venuto a dividere il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno i suoi famigliari.”
Matteo 10, 34-38

 

Contemporaneo
“Tutti i giorni lavoro, onestamente, per frodare la legge”
Toto’ (Principe Antonio De Curtis)

 

Ancora oggi
“La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa e’ diventata la questione politica prima ed essenziale perche’ dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilita’ del paese e la tenuta del regime democratico.”
Enrico Berlinguer

 

Divina Commedia
“A l’alta fantasia qui manco’ possa;
ma gia’ volgeva il mio disio e ‘l velle,
si’ come rota ch’igualmente e’ mossa,
l’amor che move il sole e l’altre stelle.”
Pd. XXXIII, 142-145