La Vara in mostra

All’interno del cantiere aperto al pubblico è allestito un percorso espositivo per immagini, dedicato alla storia e al restauro della vara. Con il “Restauro Aperto” si offre la possibilità di guardare in modo diverso un’opera d’arte, che ha un ruolo identitario profondo ed antico nella cultura della città dello Stretto. Si offre l’anticipazione del futuro di un’opera, che a mano a mano viene restituita alla sua origine. L’ingresso in cantiere permette di osservare i restauratori al lavoro e di sentirsi partecipi delle scelte metodologiche. Si possono seguire i lavori anche attraverso la diretta video trasmessa all’interno della sala. Durante le visite videoclip riassuntivi consentono ai visitatori di assistere anche alle principali operazioni effettuate nei giorni precedenti.
In una mescolanza di proposte per il pubblico, il tutto è corredato da visite guidate e da alcuni convegni in programma dal titolo: “LA VARA, popolo, culto e memoria”, “Leggere la Vara tra testimonianze, arte, storia”, “Dentro e fuori il restauro della Vara”, che illustreranno l’importanza di questo bene etnoantropologico, testimonianza dell’identità e della storia delle istituzioni collettive e religiose del territorio. I giorni e il programma dei convegni saranno divulgati dal Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria.

Il “Restauro Aperto” della Vara è visitabile presso Palazzo Campanella, con ingresso in Via Cardinale Portanova, tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30. Il sabato dalle 10.30 alle 12.30. Per prenotare le visite guidate (gruppi di min. 10 persone) è possibile scrivere all’indirizzo mail dell’Ufficio Relazioni per il Pubblico del Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria:
sr-cal.urp@beniculturali.it.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui