Ecco un nuovo viaggio nella scena sarda, un viaggio che si snoda nel percorso disegnato dall’ARTE, l’Associazione Regionale Teatro Etnico. Compagnie che lavorano da anni col ricco patrimonio culturale della Sardegna, riproponendo e rielaborando il teatro della tradizione e della memoria, ma soprattutto creando nuovi testi e cercando di dar voce, immergendosi nella realtà attuale, nel suo immaginario, alla fantasia e alla cultura di un popolo che ha sicuramente tante storie da raccontare.

ARTE invita il pubblico ad un confronto che ha radici solide e che tuttavia è ripreso con omogeneità e rigore dal Circuito Regionale Teatro Etnico promosso dall’associazione. L’obiettivo è concorrere alla formazione di una drammaturgia etnica che sia comunque in grado di riflettere i conflitti odierni e di aprirsi al mondo, nel momento in cui si assiste alla riscoperta e alla valorizzazione delle culture regionali.

E’ un passaggio cruciale quello che stiamo vivendo, un’occasione da non perdere e da interpretare nel migliore dei modi, allontanando così le ombre sinistre che il nuovo confronto ha assunto, ad esempio, in Paesi non lontani dal nostro.

Il teatro, come espressione delle persone, come lingua universale, può avere un ruolo notevole nel processo di reciproca comprensione e di ricostruzione avviato con difficoltà, ma anche con entusiasmo, dopo la caduta dei muri e dei blocchi, dopo la liberazione delle infinite energie racchiuse nelle Regioni d’Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui