La Cina è un grande Paese. La sua popolazione è varia: 56 gruppi etnici, di cui il gruppo etnico di maggioranza è quello Han. Ogni gruppo etnico ha la propria lingua, con tali differenze interne che gli stessi cinesi hanno difficoltà a comprendersi l’un l’altro da una città all’altra. Per far fronte a tale diversità, abbiamo bisogno di un linguaggio comune: il Mandarino, o anche detto, putonghuà, letteralmente linguaggio di comunicazione generale.
Questa lingua oggi è la più parlata al mondo e molti linguisti pensano che presto verrà considerata ugualmente importante rispetto all’inglese, nello scenario linguistico internazionale.
Il più grande fascino della lingua cinese rappresenta anche la sua principale difficoltà: la sua totale diversità da tutto ciò che conosciamo nel “mondo occidentale”, non solo da un punto di vista linguistico, ma anche, e soprattutto, culturale. È proprio per questo motivo che la partecipazione al corso base di lingua e cultura cinese “Nihao!”, organizzato dalle Edizioni la Zisa e dall’associazione culturale La Tenda di Abramo, non consiste semplicemente nell’imparare una nuova lingua, ma significa principalmente aprire le porte ad un nuovo e affascinante “mondo”, mettendo a confronto la cultura italiana con quella cinese, affiancando il tutto con lezioni di linguaggio.
Il corso sarà tenuta da un’insegnante qualificata e sarà articolato in una lezione a settimana (sempre alle ore 18 e sempre il lunedì), di due ore ciascuna, per un totale di 10 incontri, a partire da lunedì 16 marzo, presso la sede della casa editrice in via Vann’Antò, 16, a Palermo.
Per informazioni e iscrizioni: tel. 091 5509295; cell. 327 9053186 o scrivere a: ass.latendadiabramo@gmail.com
http://latendadiabramo.blogspot.com/2020/02/palermo-sono-aperte-le-iscrizioni-al.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui