Roma, 24 febbraio – ‘Autismo e trattamento’. Il 4 aprile l’Osservatorio italiano studio e monitoraggio autismo (Oisma) e l’Istituto di Ortofonologia (IdO) partiranno da queste tre parole per celebrare la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, che ricorre ogni anno il 2 aprile, con un convegno sulla neurodiversità e le sue differenti modalità di approccio e trattamento. L’appuntamento e’ a Roma alle 9 nell’Aula Gerin dell’Università La Sapienza, in viale Regina Elena 336.
“Siamo arrivati alla terza edizione di questo evento annuale- spiega Rosaria Ferrara, presidente Oisma- e quest’anno ci soffermeremo sulle diverse tipologie di terapia e trattamento dell’autismo. Esiste tutta una serie di condizioni che possono avere delle ricadute terapeutiche sui soggetti che le praticano pur non essendo definite come terapia ‘classica’- continua la
psicologa- ovvero quel match uno ad uno a cui tanto si e’ abituati nel trattamento della neurodiversità”. Uno degli obiettivi del convegno e’ infatti far conosce l’offerta dell’IdO e dell’Oisma sul territorio nazionale “a livello di atelier e progetti di inclusione per bambini, ragazzi, adolescenti e giovani autistici”.
Ferrara e’ sicura sulla direzione che bisogna intraprendere quando si parla di neurodiversità: “Si va verso un progetto che non punta al ‘Dopo di noi’, ma al ‘durante noi'”. Nel corso della giornata saranno presenti anche le istituzioni, pronte a “toccare con mano la neurodiversità. Accanto a loro ci saranno le famiglie- fa sapere Ferrara- come Annalisa Giancarlo, mamma dell’Oisma e colonna portante dell’associazione. Con lei ci sarà il figlio Nazareno Scaramella per parlarci di come hanno creato uno degli atelier dell’Oisma, Il giardino dei libri, e che cosa propone”.
Il convegno sarà l’occasione per presentare diversi approcci per il trattamento dell’autismo con materiale fotografico e video. Si potrà interagire con gli esperti e i tutor, oltre che visionare i poster che saranno poi presentati nella sessione pomeridiana. È possibile inviare un proprio contributo scientifico che verrà, previa approvazione del comitato scientifico, inserito e pubblicato all’interno degli atti del convegno. Per proporre un proprio contributo e per ricevere i criteri di presentazione/pubblicazione del poster basta inviare una mail a info@oisma.it.
Ad aprire la giornata del 4 aprile su ‘Autismo e trattamento’ sarà Serafino Ricci, professore del dipartimento di Scienze anatomiche, istologiche, medico legali e dell’apparato locomotore della “Sapienza” Università di Roma. Seguiranno poi i saluti dell’onorevole Nicola Acunzo, presidente dell’Intergruppo parlamentare Cinema e arti dello spettacolo, e della senatrice Paola Binetti, neuropsichiatra infantile. Tra i relatori si alterneranno, invece, Magda Di Renzo, responsabile del Servizio di Terapie dell’IdO; Foad Aodi, consigliere OMCEO di Roma, fondatore AMSI (Associazione medici origine straniera) e di UNITI per UNIRE; Paolo Pace, neuropsichiatra infantile ASP Castel Vetrano; Mariarosaria Della Corte, vicepresidente OPS – Osservatorio per la Famiglia, le Politiche Sociali e la Sicurezza; Gianni Carbone, professore di Economia della “Sapienza” Università di Roma; e infine Leonardo Iovino, insegnante di sostegno dell’Istituto Colosimo di Napoli. Un’informazione importante per i docenti: frequentando anche la giornata del 30 maggio, dal titolo ‘Dalla diagnosi alla terapia’, è possibile ricevere 1 credito formativo tramite l’iscrizione alla piattaforma SOFIA.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui