Una delegazione del Ctim (Comitato Tricolore per gli Italiani nel Mondo) ha partecipato all’inaugurazione del monumento dedicato ai martiri delle foibe realizzato nel Comune di Stornarella (Fg), in Puglia. Il simbolo è stato ideato, realizzato e donato alla municipalità dall’Associazione Croce di San Francesco, presieduta da Stefania Dilago.

A scoprire il monumento, asseme al sindaco Massimo Colia e all’assessore ai lavori pubblici Arcangelo Colangiuolo, è intervenuto il padre della legge sul 10 febbraio, l’on. Roberto Menia, Segretario Generale del Ctim, autore del volume “ 10 febbraio, dalle foibe all’esodo”, che sta presentando in tutta Italia.

“Raccontare la tragedia degli infoibati e degli esuli giulianodalmati è per me un dovere civile e morale – osserva Menia – e farlo anche in terre geograficamente lontane dalle foibe, come la Puglia, è tanto più prezioso per veicolare a quanti più italiani possibile questa vera e propria pulizia etnica ad opera dei titini. La presenza quest’oggi di molti studenti che hanno approfondito questa pagina di storia silenziata per decenni, è per me motivo di orgoglio e di stimolo: a non fermare questo giro d’Italia, che ha come unico obiettivo la divulgazione di gravissimi fatti storici che qualcuno continua ancora a mettere in discussione”.

twitter@ctim_italia

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui