Nino Bellinvia

Trionfo del Carnevale con tutti protagonisti.
Contro ogni virus e polemica. Giorni di spensieratezza, allegria e spettacolo. Questo è accaduto nel 67° Carnevale di Massafra sul quale, dopo la seconda e ultima grande sfilata, cala il sipario.
Pur con un lieve calo rispetto all’impressionante affluenza di sabato scorso in occasione del primo corso mascherato, dovuto sicuramente alla psicosi coronavirus (sono comparse anche alcune mascherine in volto), la seconda grandiosa serata non ha deluso chi ha raggiunto la Città per assistere al passaggio dei maestosi carri allegorici, dei coinvolgenti gruppi mascherati e delle sorprendenti “maschere di carattere”.
I carristi hanno dato il meglio con opere in cartapesta che hanno affascinato, sia per i vari temi affrontati, sia per qualità di finiture, colori e movimenti.
I gruppi mascherati e le maschere di carattere non sono stati da meno al grande spettacolo. I “pagliacci” hanno coinvolto e animato l’intero corso, mentre il “gruppo del vaticano” ha fatto pensare ad una visita inaspettata del vero Pontefice, tanto ne era forte la somiglianza. I temi ambientali e la ricercatezza negli abiti di alcuni figuranti hanno fatto il resto. Le “maschere di carattere” hanno ricordato e fatto sorridere.
Tutti i partecipanti al corso mascherato sono stati giudicati sia sabato, sia ieri sera, da due giurie diverse. L’ultima (25 febbraio) era così composta: Patrizia Staffiero – presidente – dottore di ricerca e docente di Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce; Angelo Andria – operatore culturale /settore Tecnico; Rosanna Lerede – docente di Restauro per la Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, Gianvito Putignano – esperto in comunicazione e multimedialità; Francesco Rospo – presidente del Circolo Filatelico “A. Rospo”.
Domenica prossima 1 marzo, alle 10,00, presso il Centro Polivalente Anziani avrà luogo lo spoglio delle schede di valutazione con la proclamazione dei vincitori della 67^ edizione del Carnevale di Massafra, dove ognuno non è stato spettatore, ma protagonista.
Ricordiamo gli importi dei premi e dei rimborsi spese che saranno erogare ai partecipanti dell’edizione 2020 in base alle classifiche. ***** Per i carri allegorici: – 1° classificato: 15.500 euro; – 2° classificato. 13.500 euro; – 3° classificato: 11.500 euro; – 4° classificato: 10.500 euro; – 5° classificato: 9.000 euro; – 6° classificato: 8.000 euro; – 7° classificato: 7.000.***** Per i gruppi mascherati: – 1° classificato: 2 mila euro; – 2° classificato: 1.5000 euro; – 3° classificato: 1.250 euro; – 4° classificato: 1.000 euro; – 5° classificato: 750 euro. ***** Per le maschere di carattere originali: – 1° classificato: 300 euro; – 2° classificato: 200 euro; – 3° classificato: 100 euro. ***** Per le vetrine decorati con motivi carnevaleschi originali: – 1° classificato: 100 euro; – 2° classificato: 75 euro; – 3° classificato: 50 euro. ***** Per i balconi decorati con motivi carnevaleschi originali: – 1° classificato: 200 euro; – 2° classificato: 150 euro; – 3° classificato: 100 euro.
Nella foto un gruppo di pagliacci.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui