photo credit: Gary Main photographer


Ogni secondo è prezioso in una gara contro il tempo e Santini lo sa bene: i Product Manager dell’azienda a fianco dei responsabili delle Soluzioni Aerodinamiche della Federazione Australiana di Ciclismo, hanno lavorato a stretto contatto per creare un body da pista che aiutasse gli atleti australiani a essere ancora più veloci e performanti.

I numerosi test in galleria del vento e in circuito con i pistard della Nazionale Australiana hanno permesso di individuare i parametri chiave per un capo dedicato alla velocità. Il body è frutto di un processo di ricerca e perfezionamento continuo e costante sulla base del modello utilizzato dal team dal 2016, ed è lo stesso usato dalla squadra maschile e femminile per la prova di inseguimento ai Mondiali di Pista UCI in Polonia nel 2019, facendo addirittura registrare il record mondiale alla divisione maschile.

Tra i testatori anche Rohan Dennis, campione del mondo 2019 nella disciplina cronometro su strada, che ha indossato il body Santini anche durante la prova time trial ai Mondiali di Yorkshire dello scorso settembre: «Secondo i nostri calcoli, il body Santini che Rohan ha indossato durante i 54 chilometri della prova crono – ha commentato John Pitman, a capo della divisione Aerodynamic Solutions del Australian Cycling Team – ha fatto risparmiare all’atleta qualcosa come 40 secondi rispetto al capo che ha usato in gare precedenti».
Una indicazione che nasce da attente ricerche che il team australiano compie da diversi anni, soprattutto sull’evoluzione tecnologica dell’equipaggiamento dei propri atleti.

«Questo dato deriva dai test che conduciamo regolarmente in galleria del vento – prosegue Pitman – e che hanno evidenziato una riduzione di valori di CDA (Drag Area) pari a 0,007 m^2, che potremmo definire come l’attrito dell’aria, aumentando così la velocità del soggetto». Il CDA è un dato che misura quanto efficientemente si può convertire la propria potenza in velocità: minore è la Drag Area, maggiore sarà la velocità.

photo credit: bettiniphoto

Il nuovo body Santini è lo stesso che gli atleti della Nazionale Australiana, impegnati in questi giorni ai Mondiali su pista a Berlino, indosseranno per le varie prove a tempo, mentre per le Olimpiadi di Tokyo 2020, il team correrà con un nuovo body che è in via di sviluppo.

Si tratta di un capo altamente aerodinamico realizzato su misura per ogni atleta del team: il body è infatti costruito attraverso la misurazione millimetrica del fisico del corridore, e proprio questo studio dettagliato, insieme ai tessuti scelti, porta al massimo guadagno aerodinamico. I tessuti utilizzati sono inoltre di provenienza italiana, quasi a “kilometro zero”, data la vicinanza delle aziende fornitrici con la sede Santini a Lallio, in provincia di Bergamo. Il body, che presenta una lunga zip sul retro, è realizzato senza colletto e ha il fondo gamba tagliato al vivo, con grip in silicone su 6 cm di altezza, per la massima tenuta. Questo capo è anche disponibile per la vendita perchè presente nella collezione Santini Custom dedicata alle squadre professionistiche e amatoriali.

Per maggiori informazioni: www.santinicycling.com – www.santinicustom.it

Santini Maglificio Sportivo nasce nel 1965 con l’intuizione di Pietro Santini di specializzarsi nell’abbigliamento tecnico da ciclismo, grazie anche a una profonda passione per il ciclismo e per le competizioni. Fin dall’inizio l’azienda bergamasca compie una scelta importante: quella di disegnare e produrre tutti i prodotti esclusivamente in Italia. Oggi quella scelta appare rivoluzionaria e fortemente in controtendenza. Ogni capo, rigorosamente made in Italy, viene creato e sviluppato da un team di designer con una radicata passione per il mondo delle due ruote e mantiene quattro promesse: fit, performance, comfort e durability.

Oggi Santini produce più di 3.000 articoli al giorno, ed esporta l’80% della produzione all’estero. Investendo costantemente nella ricerca tecnologica di tessuti innovativi e nuovi metodi di produzione, al centro dell’attenzione di Santini c’è sempre l’uomo e l’atleta: resta viva la missione di affinare le proprie creazioni per consentire alle persone di praticare le proprie passioni sportive indossando capi confortevoli senza rinunciare allo stile. www.santinicycling.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui