Roma, 27 FEB – “Sul Coronavirus richiamiamo le istituzioni europee a un dovere sacrosanto che si basa su quel principio di solidarietà, sancito dai trattati fondativi dell’Ue: aiutare l’Italia in un momento in cui essa si trova in difficoltà, non certo per sua negligenza o colpa”. Lo dichiara il Sottosegretario per gli Affari Europei, la cinquestelle Laura Agea, in vista del vertice intergovernativo di Napoli tra Italia e Francia, al quale prederanno parte anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Ministro degli Esteri Luigi di Maio e il Capo di Stato francese Emmanuel Macron. “La gestione di questa situazione impone all’Italia un grande sforzo economico, e su questo ci aspettiamo dall’Unione europea grandi margini di flessibilità. Ci aspettiamo – prosegue il sottosegretario – che il modo in cui l’Italia ha affrontato l’emergenza, con scrupolosità e trasparenza che hanno raccolto il plauso anche dell’OMS, sia lo stesso in tutta Europa. Quello che abbiamo fatto, lo abbiamo fatto per la salute dei cittadini – conclude la Agea – ma oggi l’Italia è un paese sicuro. Il contagio più pericoloso è quello del panico. L’economia italiana è la terza in Europa, il rallentamento finanziario-economico che si profila all’orizzonte è un rallentamento dell’economia europea e globale e come tale va affrontato”.
__________________
Movimento 5 Stelle
Ufficio Comunicazione Senato
Via degli Staderari 2
Palazzo Carpegna
06- 67063402
m5s.comunicazione@senato.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui