È aberrante scrivere sempre di quanto la nostra Massafra sia trascurata. Risulta quasi difficile trovare parole nuove per segnalare lo stato di degrado dei nostri beni. In particolare questa volta, come tante altre (purtroppo) ci riferiamo allo stato di abbandono del Castello di Massafra.
Dei vandali sono entrati nuovamente in azione sulla scalinata di via Lopizzo che conduce al castello medievale. Qualche notte fa notte è stata imbrattata e deturpata con pessimi graffiti e scritte. Un obbrobrio tra un atto vandalico e un paesaggio non valorizzato.
Nel 2018 avevamo denunciato altri atti vandalici, la base della torre ottagonale e i parapetti della scalinata furono imbrattati con delle scritte.
Il problema non sono le scritte che possono essere rimosse ma la situazione di incuria e degrado che c’è in quel punto come in tanti punti del centro storico. L’incompiuta scalinata di via Lo pizzo, che costeggia il castello, è sostanzialmente terra di nessuno. Sono diverse le lamentele e le segnalazioni dei cittadini e dei residenti che chiedono maggiori controlli nella zona.
Per il castello non ci sono piani per la sua salvaguardia e valorizzazione, se non interventi per portarci nuovamente un bar. Chiediamo all’amministrazione (visto che non c’è un assessore alla cultura) di far ripulire gli sfregi sotto il castello. Abbiamo perciò formalizzato una richiesta destinata all’amministrazione e alla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio delle Province di Brindisi Lecce e Taranto. Resta l’amarezza e lo sdegno di avere a che fare ancora una volta con un’amministrazione che mette “poco impegno” per salvaguardare i nostri simboli e la nostra cultura.
(La pubblicazione di questo comunicato stampa ci è stata sollecita da “Italia Viva Massafra”).
Nella foto un angolo della scalinata del castello.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui