Ho scritto alla sindaca Raggi e al governatore Zingaretti al fine di trovare una soluzione per il personale della Coop. Osa, in forza presso il Policlinico Umberto I, individuando un percorso di stabilizzazione che ponga termine ad un lungo periodo di precarietà per 750 tra infermieri ed ausiliari. In questi giorni difficili il nostro più forte ringraziamento è rivolto a medici ed infermieri che in prima linea e con un grande spirito di abnegazione ci aiutano a fronteggiare questo invisibile e potentissimo nemico mettendo a rischio la propria vita. Davanti a tale evidenza non credo si possa e si debba fare distinzione tra personale che presta la propria attività infermieristica in qualità di dipendente pubblico o di una cooperativa che presta servizio all’interno di un’Azienda ospedaliera. In una situazione di una gravità eccezionale dove vengono presi ‘provvedimenti straordinari’ che consentono di assumere infermieri freschi di laurea, continua a non trovare soluzione la precarietà di chi, da oltre 20 anni ma sempre con lo stesso impegno, corre il rischio veder venire meno il proprio lavoro a causa di un mancato rinnovo dell’appalto alla cooperativa. E’ bene che la sindaca Raggi e il Presidente della Regione Zingaretti una volta per tutte mettano nero su bianco sanando questa situazione e dando il dovuto riconoscimento al lavoro di queste persone che, una volta finita l’emergenza, potrebbero essere nuovamente messe in discussione ed estromesse dal servizio ospedaliero. Lo afferma in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.

Ufficio stampa Cell. 3938004751
Via della Greca, 5 – Terzo piano – Stanza 308
Davide Bordoni consigliere di Roma Capitale
www.davidebordoni.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui