A fronte della situazione problematica che sta affliggendo il settore agricolo italiano, interviene in una nota l’eurodeputato M5S Marco Zullo, a seguito di un intenso lavoro in Commissione AGRI (Agricoltura e Sviluppo Rurale), portato avanti durante la scorsa legislatura:

“Le proposte del presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti insieme all’appello lanciato da diverse associazioni del terzo settore – ovvero la richiesta di strumenti governativi che facilitino le assunzioni, come i voucher, o la possibilità di impiegare persone che al momento potrebbero inserirsi fin da subito come coloro che usufruiscono del Reddito di Cittadinanza, cassintegrati, disoccupati e migranti in attesa di regolarizzazione – sono misure che certamente contribuirebbero a contenere l’emergenza. Ad ogni modo – afferma Zullo – è bene fare un’osservazione ulteriore a lungo termine rispetto la possibilità di ridisegnare la nuova economia italiana.
Considerando la crisi economica, lavorativa e – sottolinea – anche sociale che ci attende, e a fronte del fatto che da ormai molti anni si discute su come cambiare il metodo di lavoro e investire su settori importanti e strategici per il nostro Paese, dobbiamo ricordarci che l’agricoltura oggi è più che mai fondamentale. Per questo, è necessario ripensare a un quadro normativo e di affiancamento che permetta a tutti coloro che non hanno prospettive lavorative di riqualificarsi professionalmente per entrare in modo rapido nel settore agricolo. L’agroalimentare può fare una grande differenza economica, con importanti ricadute sociali, ma bisogna agire in fretta”, così in una nota l’europarlamentare del M5S Marco Zullo.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui