BORDONI, Ostia antica con l’attribuzione del titolo di marchio del patrimonio europeo compie il primo passo per diventare patrimonio dell’Unesco. Passata l’epidemia risorgeremo anche grazie al nostro inestimabile patrimonio storico-archeologico-artistico. Dobbiamo lavorare per gettare le basi e ripartire. Le fondamenta del nostro futuro sono nella valorizzazione di ciò che abbiamo unico al mondo e non delocalizzabile. – Così Davide Bordoni consigliere segretario dell’assemblea Capitolina su Ostia Antica – Il titolo di marchio a livello europeo per il Parco Archeologico di Ostia Antica va in questa giusta direzione ed è un riconoscimento importante frutto dell’impegno e della passione dei tanti operatori dei beni culturali che vi lavorano e che nel giro di pochi anni hanno portato questo sito archeologico a rivestire un interesse di eccellenza non solo europea ma mondiale. Il primo posto assegnato dalla Commissione europea non può essere che il preludio a entrare nel prestigioso ambito dei siti Unesco quale patrimonio dell’umanità. Come è presente Pompei nella lista dei beni Unesco lo deve essere anche Ostia Antica. L’impegno da parte di tutte le istituzioni territoriali si deve concretizzare nel più breve tempo possibile, senza perdere tempo, con Ostia Antica finalmente patrimonio UNESCO. Lo afferma Davide Bordoni consigliere segretario dell’assemblea Capitolina

Via della Greca, 5 – Terzo piano – Stanza 308
Davide Bordoni consigliere segretario di Roma Capitale
www.davidebordoni.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui