Roma, 2 apr – “Il Ministro degli Esteri Luigi di Maio ha definitivamente smontato la surreale polemica sui soldi dati a Tunisia e Bolivia, spiegando semplicemente come stanno veramente le cose. Dicendo cioè che si tratta di crediti, non di donazioni, concordati anni fa e quindi slegati dall’emergenza Coronavirus: accordi che eravamo legalmente obbligati a rispettare procedendo con l’erogazione dei crediti. Il ministro ha per altro notare che nel caso della Tunisia, Paese con cui l’Italia ha importanti rapporti imprenditoriali e commerciali, beneficeranno del programma di sostegno anche centinaia di Pmi italo-tunisine. Le bufale di sedicenti patrioti, dette solo a scopo di propaganda, non fanno altro che danneggiare il nostro Paese”.
Lo dichiarano in una nota congiunta i senatori del Movimento 5 Stelle della Commissione Affari Esteri di Palazzo Madama.
__________________
Movimento 5 Stelle
Ufficio Comunicazione Senato
Via degli Staderari 2
Palazzo Carpegna
06- 67063402
m5s.comunicazione@senato.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

9 Commenti

  1. Quali bufale ha smontato? Le bufale le ha confermate e adesso escono altri 500 mln per la cooperazione internazionale… ma che titolo è? Come si fa a dichiarare l’opposto in modo così vergognoso? Gli accordi non erano vincolanti e auguro a Gigino tanta tanta salute…grazie a te gigino e a quell’altro li come si chiama…ah si Montalbano 👍🏻👍🏻👍🏻

  2. A cazzariiiiiiiiiiii!
    Giusto i pesciolini, che di grazia non sono esseri intelligenti, possono venirvi ancora dietro…………
    Siete finiti!
    Godetevi questi ultimi giorni di sanguisughe!!!

  3. L’unica smentita è che non si tratta di regalo, ma di debito.
    Tutto il resto è stato confermato.
    …ma proprio ORA bisognava in tutta fretta colmare il questo vecchio debito?
    In questo stato di emergenza globale ove l’Italia è uno dei paesi assolutamente più colpiti? Ove l’Europa ci ha voltato le spalle?
    Quei soldi erano ORA OSSIGENO (in tutti i sensi) per gli Italiani. …e poi si continuano a chiedere donazioni ai noi, a noi senza lavoro certo, senza salute certa, senza…
    Noi siamo un gran popolo di cuore e nel ns piccolo aiutiamo con il cuore volentieri, ma loro SI devo solo VERGOGNARE e basta! Una schifezza

  4. E poi mandate in onda spot per seguire solo siti e tg accreditati…. ovvero quelli che non dicono niente di tutto questo agli italiani vero??!! I soldi sono stati dati , quindi l’unica fake è il titolo che Luigi “pagliaccio” di maio ha smontato tutto! …per farlo in questo momento forse sarebbe utile indagare su quanti soldi ha preso dal governo tunisino!!!

  5. Il momento é talmente tragico che compiere un’azione di aiuto verso la Tunisia da 50milioni di euro lascia molto perplessi. Questo evento deve però aprire una nuova strada che permetta di tracciare tutti gli aiuti (chi li ha stabiliti votati e firmati) da quando partono a quando arrivano e come sono distribuiti in loco. Purtroppo in Africa (famosa l’intervista a Frederic Mitterrand) sono stati riversati molti miliardi di euro nell’ultimo secolo, che, vista la situazione, sono serviti ad ingrassare le classi dirigenti del Continente Nero che hanno conti segreti in Svizzera e Hotels Particuliers nei più prestigiosi boulevards parigini. Amaro e ridicolo é constatare che la globalizzazione prima permette ad aziende italiane di emigrare, impoverendo l’Italia, poi dall’Italia partono fondi per sostenere (ufficialmente….) le aziende all’estero come quelle in Tunisia!!! Queste dinamiche politico-economiche-finanziarie sono frutto di menti malate? O troppo furbe e scandalosamente aberranti?

  6. Cioè, mettiamo che l’Ungheria ha un debito con noi di 500 milioni e il loro amico Orban decide di non darci sti soldi perché c’è il coronavirus (anche da loro)… fa bene? Il ragionamento è semplice…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui