BORDONI, Il Comune non dimentichi i lavoratori del Terzo settore con particolare riferimento agli operatori educativi per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Ho scritto alla sindaca Raggi e all’assessore alle politiche sociali Mammì per richiamare l’attenzione in merito alle questioni sollevate dal personale AEC e OEAPAC, il quale durante l’anno scolastico svolge un servizio di assoluta delicatezza e di sostegno, e che ora a causa della sospensione dell’attività scolastica ha subito un danno importante. Le limitazioni imposte per fronteggiare il Coronavirus hanno di fatto interrotto il contatto tra gli operatori di questo settore e l’utenza di rifermento. Auspico che attraverso i dirigenti scolastici si possano individuare soluzioni per i lavoratori e lavoratrici dei servizi domiciliari e Aec/Oepa impiegati da anni a sostegno delle categorie più deboli, per lo svolgimento delle ore lavorative e la retribuzione delle stesse. Il terzo settore impegnato nel sostegno alle disabilità non può subire il perdurare di una situazione di instabilità e fragilità economica. Lo afferma in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.

Ufficio stampa Cell. 3938004751

Via della Greca, 5 – Terzo piano – Stanza 308

Davide Bordoni consigliere di Roma Capitale

www.davidebordoni.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui