UN CONSIGLIO URGENTE : USIAMO MASCHERINE E GUANTI. IL VIRUS, ANCHE SE L’ISTITUTO SUPERIORE DELLA SANITA’ DICE CHE CIO’ NON E’ PROVATO,  ESSO INVECE VIAGGIA NELL’ARIA, ECCOME !

Io sono niente rispetto alla scienza ufficiale, ma ho titolo per dire a voce alta, se vuoi da semplice ed “ignorante”  cittadino (così mi presto anche all’ironia di qualcuno) seppur con una certa esperienza di vita  che, molti scienziati sono spesso inciampati in un filo di lana nelle loro varie ricerche,  esattamente come si evince dal numero di contraddizioni che abbiamo letto e sentito nei vari mass-media nazionali e stranieri di questi ultimi due mesi con riferimento al virus in atto..

Da qui,  le grandi perplessità che investono un po’ tutti per cui, se vuoi anche sulla base di quella etichettatura che mi sono data dianzi, io penso che sia da stupidi, senza lasciar fuori anche la scienza a questo riguardo e, con essa, tanti suoi eventuali affabulatori, ove non si ponga mente al fatto che oggi bisogna seguire le seguenti indicazioni e, andando  random  senza privilegiare l’una rispetto all’altra, vorrei dire:

bisogna portare tutti la mascherina e guanti per un po’ di tempo in quanto il virus viaggia nell’aria anche se ci troviamo in posti sani ed aperti;

il virus parte in abbondanza ed in maniera celere da dove ci sono le concentrazioni, specie ospedaliere perché, per quanto ovvio a dirsi, un maggior numero di virus concentrati, ha più forza ed habitat per espandersi e collocarsi;

il virus non ha confini per cui, attraverso l’aria, esso può far visita anche a posti sani ed aperti che citavo prima;

non è attendibile affatto, alla luce di quanto sopra, che il virus non si prenda mantenendo la distanza di oltre un metro:  affermare ciò, significa essere sprovveduti al massimo;

il virus si trasmette dalle bestie all’uomo per cui è bene tenere alla larga tutte le bestie, come gatti, cani, maiali e galline, cosa impossibile ma necessaria;

il virus si prende non solo starnutendo, ma anche parlando, per cui  bisogna fare molta attenzione quando si incontra qualcuno e si è costretti a dire qualcosa;

lavarsi mani e viso, soprattutto occhi e naso, è cosa importantissima per disinfettarci evitando così di trasmettere poi il virus anche in famiglia;

bisogna avere il coraggio e la forza di dire agli ignoranti veri di osservare le istruzioni impartite dal Ministro della sanità perché, non osservandole, possono far morire gli altri, e chi uccide, è un omicida che deve andare in galera ancor prima di aver ucciso;

il virus, che vive e prospera (fortunatamente ora meno in Italia) attenuerà le sua capacità distruttiva, ma solo nell’arco di qualche mese ancora, per cui tutti siamo obbligati severamente ad osservare quanto ci dice la vera scienza.

Ed infine, una curiosità che potrebbe far riflettere per la sua completa assenza in tutte queste discussioni “virali”, realtà che, oltre ad essere stata trattata, ma solo per poco, dai mass-media soprattutto locali, Gazzettino in primis, mi fa pensare che a volte si stia vedendo più un granellino di sabbia rispetto alla montagna  (non a caso prima parlavo di inciampi su fili di lana), e mi riferisco alla…cimice asiatica che ultimamente ha infestato tutte le nostre case, non sarà che questo maledetto insetto abbia una qualche correlazione con la trasmissione del virus ?  Atteso, che esso si trasmette dalla bestia all’uomo ? Come finalmente anche la scienza si è decisa di affermare  in maniera più convinta ?

Ditemi di no, ed io risponderò grazie dell’informazione.

Arnaldo De Porti

Belluno-Feltre

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui