L’On. Mario Borghese, vicepresidente MAIE: “Ai 400 miliardi del decreto imprese vanno sommati i 350 miliardi già previsti nel decreto cura Italia, per un totale di 750 miliardi di euro, una vera iniezione di capitale fresco per consentire all’economia italiana di rialzarsi il prima possibile”

“Con il cosiddetto decreto imprese firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a cui anche il MAIE ha lavorato intensamente, il governo mette a disposizione degli imprenditori 400 miliardi di euro, disponibili da subito per prestiti a tasso zero o garantiti dallo Stato”. Lo dichiara in una nota l’On. Mario Borghese, vicepresidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero.

 

“Ai 400 miliardi del decreto imprese – prosegue il deputato eletto nella ripartizione estera Sud America – vanno sommati i 350 miliardi già previsti nel decreto cura Italia, per un totale di 750 miliardi di euro, una vera iniezione di capitale fresco per consentire all’economia italiana di rialzarsi il prima possibile”.

 

“Dice bene il presidente Conte – conclude Borghese -: lo Stato c’è e mette subito la sua potenza di fuoco nel motore dell’economia. L’Italia si rialzerà presto e tornerà a correre più veloce di prima”.

 

Fonte: ItaliaChiamaItalia
 

 

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui