BORDONI, Test Covid 19 ho scritto alla sindaca Raggi per un possibile ruolo dell’IPA nello screening per positività dipendenti del Comune. Domandarsi in quale modo e come le persone torneranno progressivamente al proprio posto di lavoro è il primo interrogativo a cui dovremo dare risposta. Il Comune piange la morte di un dipendente stimato dedito al lavoro, sarebbe un gesto rassicurante mettere a disposizione i laboratori di analisi dell’IPA per tutelare le migliaia dei dipendenti capitolini. L’IPA con un’esperienza di prevenzione storica ha già mostrato un’apertura e una disponibilità in tal senso. Per sua natura giuridica l’IPA non può essere equiparato ad un laboratorio di analisi privato, sarebbe quindi auspicabile potesse essere messo nelle condizioni di ottenere le necessarie autorizzazioni all’interno di un protocollo tra Regione e Comune per garantire la sicurezza delle condizioni lavorative dei  dipendenti capitolini,  realizzando così uno screening su ampia scala per eventuali positività all’interno della popolazione dei lavoratori. In questo si contribuirebbe a restituire certezze all’interno dell’Amministrazione e a liberare risorse sanitarie pubbliche. Il nemico peggiore che si possa incontrare nel cammino alla lotta alla diffusione del virus è la complessità della burocrazia, dei passaggi tecnici amministrativi ma in questa situazione l’Amministrazione Capitolina potrebbe semplificarli ricorrendo direttamente al presidio sanitario dell’IPA. Lo afferma in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui