10 incontri online con 20 esperti del settore e un Manifesto in 10 punti

per mettere al centro i diritti dei bambini e immaginare la scuola che verrà.

28 maggio 2020 – Si svolgerà online da lunedì 1° giugno a venerdì 10 giugno la prima edizione di OPS! – IL FESTIVAL DELLA RICCHEZZA EDUCATIVA, promosso e organizzato da MUS-E Italia onlus, associazione impegnata a contrastare la povertà educativa e a favorire l’inclusione dei bambini attraverso il linguaggio universale dell’Arte (www.mus-e.it).

10 incontri di 45′ minuti ciascuno, in diretta live sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Mus-e Italia, coinvolgeranno 20 esperti, tra psicologi, pediatri, pedagogisti, insegnanti e tutti i rappresentanti della comunità educante, per confrontarsi, cercare soluzioni concrete che mettano al centro i bambini e i loro diritti e immaginare insieme la scuola che verrà.

Fulcro del Festival sarà il Manifesto OPS! per i diritti dei bambini. Felicità, salute (fisica, ma anche psicologica), istruzione, emozioni, libera espressione, gioco, interazione con i coetanei, informazione, multiculturalità, contatto con la natura: sono questi, in estrema sintesi, i 10 punti per ripartire dai bambini.

Ispirato alla convenzione dei Diritti dell’Infanzia, con un’attenzione speciale alla formazione, il Manifesto si propone quindi come un punto di partenza per riflettere insieme sul futuro dell’educazione e trovare soluzioni durante e dopo il periodo di chiusura delle scuole.

Attraverso il Festival OPS! Mus-e Italia onlus vuole coinvolgere attivamente tutti coloro che sono impegnati nella formazione e nell’educazione dei bambini: genitori, insegnanti, educatori, professionisti, ma anche scuole, enti pubblici e associazioni del Terzo Settore sono chiamati a integrare il Manifesto con proposte concrete e innovative per garantire il futuro dei bambini.

“L’emergenza Coronavirus ci ha colto tutti impreparati, istituzioni, scuole, famiglie, e ha messo a dura prova soprattutto i bambini, sostanzialmente ignorati dai decisori pubblici – commenta Federica Maltese, segretario generale di Mus-e Italia Onlus – Con il passare del tempo, abbiamo iniziato a riflettere sull’impatto che questa emergenza può provocare in termini di diseguaglianze socioeconomiche, fragilità sociali, problemi di natura psicologica ed emotiva. Ora è tempo di portare nuovamente e con forza all’attenzione della comunità i bambini e i loro diritti, perché fin da subito si possano attivare risorse ed energie per la loro istruzione e formazione”.

“In questo senso, il nostro Manifesto è un impegno di responsabilità per individuare le soluzioni migliori, cercando di vedere l’emergenza legata al Coronavirus come uno spazio per pensare a nuove opportunità e cogliere nuove sfide” conclude Federica Maltese.

OPS! Festival della Ricchezza Educativa e il Manifesto OPS! fanno parte delle iniziative speciali attivate da MUS-E Italia per fronteggiare l’emergenza Covid-19, confermando, anche a distanza, l’impegno per supportare le scuole, gli insegnanti e le famiglie in un percorso di inclusione, di miglioramento delle competenze non cognitive dei bambini, di contrasto alla povertà educativa.

MUS-E ITALIA ONLUS

Attiva in Italia dal 1999, l’Associazione Mus-e Italia Onlus promuove nel nostro Paese il programma multiculturale europeo Mus-e (Musique Europe), nato dal sogno del celebre violinista Yehudi Menuhin e dalla sua visione della diversità come ricchezza e non come un ostacolo.

Il Programma Mus-e si propone di educare le nuove generazioni al rispetto di ogni cultura, attraverso esperienze artistico-educative che aiutano i “futuri cittadini” a comprendere come le differenze possano essere fonte di ricchezza, di confronto, di conoscenza e di solidale convivenza.

Mus-e Italia si impegna a portare i laboratori artistici nelle classi più a rischio, nella convinzione che ogni bambino abbia il diritto di sperimentare i linguaggi dell’Arte, indipendentemente da dove vive e dalla sua situazione economica e famigliare.

Le attività Mus-e si svolgono nelle ultime classi della scuola dell’infanzia e alle prime classi della scuola Primaria, con cadenza settimanale da gennaio a maggio durante l’orario curriculare. Il percorso formativo ha la durata di tre anni ed è completamente gratuito per le famiglie.

Il Programma Mus-e è attivo oggi in 14 città italiane – Arezzo, Bologna, Brescia, Fermo, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Parma, Reggio Emilia, Roma, Savona, Torino e Verona – e coinvolge oltre 12.815 bambini, 578 classi, 182 artisti.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui