“Il virus è una grande catastrofe: moltissimi morti e danni terribili, con coraggio e caparbietà riprenderemo quanto perso! E’ indispensabile…  ricostruire meglio!” scrive Abbati Presidente dell’AITEF in una lettera inviata ai Presidenti Michele Emiliano e Mario Loizzo e ai Signori Presidenti dei gruppi Consiliari.

“Il virus ha distrutto la nostra economia, gli affetti, ma ha esaltato il ruolo della comunicazione, della partecipazione, i Cittadini sono tornati protagonisti. Quindi pensiamo ad operare per rendere effettivo il loro impegno! Dobbiamo ricostruire bene: le Città, le Regioni, lo Stato, l’Europa, il Mediterraneo  e l’economia”.

“Iniziamo dall’art.49 della Costituzione, non ancora attuato, continua Abbati i Cittadini devono potersi associare per “concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”, con l’aiuto delle Istituzioni, essere informati, dare pareri e votare con oculatezza.                                Quindi devono poter partecipare effettivamente!

I Cittadini, i giovani protagonisti! Democrazia partecipata, agorà….. virtuale, la piazza digitale, è urgente, quindi, cambiare la legge elettorale. prevedere il voto elettronico e la doppia preferenza, la parità di genere… Una decisione giusta di chi crede nella democrazia, nell’uguaglianza, nella parità.. Importante, utile anche per coloro che sono all’estero.   Infatti potranno partecipare all’agorà decidere e votare con l’aiuto delle nuove tecnologie.

 Saranno coinvolti effettivamente!

Signori Presidenti, è indispensabile e urgente predisporre una legge elettorale innovativa, prosegue Abbati, che consenta di votare con trasparenza, segretezza e semplicità.Il voto elettronico è lo strumento  per consolidare un legane, per coinvolgere le migliaia  di giovani che fuggono dall’Italia dalla Puglia.

Votare  per corrispondenza è inaccettabile!

Chiedere di  votare ancora peggio! La nostra legge per i pugliesi nel mondo è solo sulla carta, non attuata, anzi stracciata! Le associazioni non possono agire …..ferme, lo Statuto non attuato!

La nuova legge elettorale: voto elettronico e  la doppia preferenza, per  la parità di genere! Non si può rinviare è indispensabile  la NUOVA legge elettorale. Non si può votare con la vecchia legge obsoleta!

Rivolgo un appello signori Presidenti  di elaborare una legge moderna e utile per far partecipare, veramente, i Cittadini  ovunque siano!.

Sono certo, conclude Abbati, che opererete per rendere possibile questa grande rivoluzione che segnerà effettivamente l’inizio dell’ auspicato cambiamento. In attesa di cortesi notizie porgo cordiali saluti e buon lavoro!

Con l’invito alla diffusione!

Grazie cordiali saluti

                                               Giuseppe Abbati

    faim  Roma, via Aldrovandi,16  faimitalia@gmail.com

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui